Menu
RSS

Migranti, Rossi scrive al ministro Alfano: "Scegliete il modello toscano"

Sull'emergenza migranti, il presidente della Toscana Enrico Rossi scrive al ministero degli interni Angelino Alfano. Lo fa sollecitando una presa di posizione sul ruolo delle Regioni, reclamandone una funzione nella gestione dell'emergenza. E lo fa riproponendo a tutta Italia il modello di accoglienza diffusa sperimentato in Toscana tra il 2011 e il 2013, quando arrivarono i primi migranti dalla Tunisia, cinquecento, e poi altri mille e trecento africani di tutto il continente in fuga dalla Libia. Di quelle 1800 persone sono rimasti in ottantanove. Altri tremila sono arrivati invece con gli sbarchi degli ultimi mesi.

Leggi tutto...

Politiche di coesione, Rossi a Riga come vice delle Regioni marittime

Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana e vicepresidente della Conferenza delle Regioni periferiche e marittime, sarà a Riga, capitale della Lettonia, invitato a prendere la parola, mercoledì (10 giugno), durante l'incontro informale dei Ministri responsabili delle politiche di coesione territoriale e degli affari urbani. In questo periodo, come noto, la Lettonia è presidente di turno del Consiglio dell'Unione europea.

Leggi tutto...

Fondo europeo di sviluppo regionale, oltre 2 milioni di contributi e 4mila nuovi posti in Toscana

Con 6630 progetti finanziati, circa 4000 posti di lavoro creati e investimenti attivati per oltre 2 miliardi, a fronte di 1 miliardo e 127 milioni di euro di contributi, il programma operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale (Por Creo 2007-2013), si è confermato come una potente leva di sviluppo per l'economia Toscana. Il Comitato di sorveglianza ha monitorato nei giorni scorsi l'andamento del programma toscano, ormai prossimo alla chiusura. La "spesa pubblica" complessivamente prevista dal Por Creo per l'intero periodo di programmazione 2007-2013 è di 1.023 milioni di euro. Il programma come noto puntava, oltre che su innovazione e ricerca, sulla competitività delle imprese e su uno sviluppo territoriale sostenibile.

Leggi tutto...

Il progetto Giovanisì della Toscana protagonista al Social Media Week di Roma

Giovani Sì, il progetto della Regione Toscana per l'autonomia dei giovani, sarà al centro della sessione Social media e Pa: best practice italiane e europee a confronto della Social Media Week di Roma, la settimana mondiale di eventi dedicata al web, alla tecnologia, all'innovazione e ai social media. La Social Media Week inizia oggi (8 giugno) e si svolgerà fino al 12 giugno in contemporanea a Roma e in altre 12 città internazionali in rappresentanza di 5 continenti. L'Ufficio Giovanisì è stato invitato a partecipare proprio il 12 giugno alla sessione Social media e Pa, promossa dal Comune di Roma come occasione per raccontare le social media best practice delle pubbliche amministrazioni italiane e confrontarsi con le esperienze di gestione social delle capitali europee.

Leggi tutto...

Migranti, Rossi rilancia il 'modello toscano': "Basta speculazioni"

Riconoscere alle Regioni, in modo chiaro e formale, un ruolo nella gestione dell'accoglienza dei migranti, a supporto di enti locali e prefetture, ma soprattutto in una logica di condivisione nazionale del problema. E' questo quanto chiede al governo nazionale il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, richiamando il modello di accoglienza sperimentato in Toscana in questi anni, imperniato sulla distribuzione in piccole strutture affidate al volontariato e con un forte ruolo degli enti locali.

Leggi tutto...

Clima, dalla Toscana un appello ad agire a livello globale

I problemi del cambiamento climatico e la questione energetica sono temi da affrontare a livello globale. Ma il livello da cui partire deve essere quello più vicino ai cittadini, cioè quello locale di Comuni e Regioni che devono essere coinvolti e poter accedere al Fondo Verde. Irisultati dei negoziati Onu dal 1992 ad oggi? Non sono stati sufficienti a contrastare il cambiamento. Queste le indicazioni che i cittadini toscani, riuniti per otto ore in sala Pegaso, hanno espresso, costituendo così un campione rappresentativo dell'intera Italia. Un campione che oggi, attraverso il sito, potrà essere confrontato con quello di altri paesi di tutto il mondo che hanno partecipato all'incontro.

Leggi tutto...

Marroni: "Toscana apripista per la fondazione eterologa"

"La Toscana è stata la Regione che ha fatto da apripista nel percorso per la fecondazione eterologa. Non è stato facile in assenza di precise direttive nazionali, ma noi abbiamo emanato nel settembre 2014 la prima delibera e abbiamo inserito la fecondazione eterologa nei Lea. Le altre Regioni, ognuna con proprie interpretazioni più o meno restrittive, hanno seguito l'esempio toscano". E' quanto ha detto stamani l'assessore al diritto alla salute Luigi Marroni a Cortona, intervenendo al convegno sulla fecondazione eterologa organizzato dalla Pma (Procreazione medicalmente assistita) dell'ospedale della Fratta guidata dal professor Luca Mencaglia.
"Molte le questioni ancora aperte – ha ricordato Marroni – Dalle modalità di raccolta delle donazioni, sia maschili che femminili, alla diagnosi genetica preimpianto, alla gestione di una banca di raccolta regionale e dell'attività di social freezing. Come Regione abbiamo predisposto progetti operativi, alcuni dei quali già deliberati, ed altri pronti. Certamente non ci fermeremo e anche dalle prenotazioni che registrano i nostri centri, con tempi di attesa importanti, è facile capire che molte coppie italiane guardano proprio alla Toscana come valida alternativa ai costosi e non sempre sicuri viaggi della speranza all'estero, dei quali oggi non c'è più bisogno".
Uno dei temi più delicati è quello della donazione, sia maschile che femminile. "Nella maggior parte dei casi – ha spiegato Marroni – si guarda ancora all'estero e Careggi ha tracciato con proprie delibere la strada maestra per tutti i centri italiani. Oggi rivolgersi ancora alle banche del seme estere è quasi un obbligo, perché da noi la donazione non ha ancora individuato percorsi capaci di soddisfare la domanda. Ci sono argomenti controversi, dall'eventuale rimborso al donatore, al registro nazionale delle donazioni, alla gestione del seme, degli ovociti e dei gameti. Ma la Toscana ha deciso di garantire ai cittadini questo loro diritto e supererà ogni ostacolo, che si presenta sempre agli innovatori".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Libri

Giornalismi

Newsletter