Menu
RSS

Lavoratori atipici, in Toscana più facile avere prestiti

Prestiti più facili anche per chi non ha un lavoro con contratto a tempo indeterminato. Il fondo di  garanzia per agevolare l'accesso al credito di lavoratori a progetto, collaboratori, lavoratori a tempo determinato, disoccupati con contratto atipico in vigore o scaduto da meno di sei mesi sarà rifinanziato dalla Regione e reso operativo grazie ad un nuovo accordo, firmato oggi fra Regione Toscana e sistema bancario. La Regione garantirà per il lavoratore per prestiti fino a 15 mila euro. Il fondo ha una dotazione iniziale di 2 milioni e 224 mila euro destinati ad attivare un volume di garanzie pari a quattro volte questo importo. "Grazie all'intesa di oggi – commenta l'assessore alle attività produttive credito e lavoro Gianfranco Simoncini – si riparte con uno strumento che, varato nel 2008, si è reso ancora più indispensabile per fronteggiare la crisi che ha colpito duramente il lavoro precario. Fino ai primi mesi di quest'annp, quando è stato sospeso per consentir il passaggio di gestione, il fondo ha attivato 1200 prestiti, per un totale di oltre 10 milioni di euro. E' un impegno che si inquadra nella più generale iniziative per contrastare il lavoro precario e assicurare le stesse opportunità a tutti i lavoratori".

Leggi tutto...

Patto per la salute governo-Regioni, il plauso dell'assessore Luigi Marroni

"Gli ultimi scogli sono stati superati e questa firma rappresenta un grande messaggio per il Paese: con il nuovo patto garantiamo lo sviluppo e il futuro della sanità pubblica". L'assessore al diritto alla salute, Luigi Marroni, esprime così la sua soddisfazione per la sottoscrizione dell'accordo tra governo e Regioni.

Leggi tutto...

I dati dopo il dramma sulla bretella: quasi un caso al giorno di guida contromano in Italia

Non è un caso isolato quello che ha portato alla morte di un'anziana signora sulla bretella nei pressi di Massarosa. Si registra infatti quasi un episodio al giorno di guida contromano sulle strade italiane. Nel corso dei primi sei mesi del 2014 sono ben 170 gli eventi finiti nello speciale osservatorio istituito dall'Asaps (Associazione Sostenitori e Amici Polizia Stradale) sull'argomento. Episodi che hanno provocato finora 17 vittime e 128 feriti. "Il  progressivo ripiegamento delle forze di polizia dal territorio, in particolar modo della Polizia Stradale, rischia di aggravare - rileva  il sito dell'Asaps - gli effetti di manovre che, qualunque sia il fattore che le scatena, lascia sulla strada scenari da attentato
terroristico. Un dato tra tutti: nel primo semestre di quest'anno, le  forze di polizia sono riuscite a bloccare "solo" 49 eventi su 170, il  28,8%. Nel 2007 se ne bloccava il 57,1%, nel 2008 il 56,7%, nel 2009  il 51,6%, nel 2010 il 50,7%, nel 2011 il 47,4%, nel 2012 il 42% e nel 2013 il 33,3%". La guida contromano "è un fenomeno del quale si parla poco e che rappresenta certamente una nicchia minima della sinistrosità, ma i fattori scatenanti e la dinamica degli impatti lo rendono uno dei  pericoli più letali: nell'8,8% dei casi si è rivelato, almeno per quest'anno, evento letale e nel 31,2% degli eventi ha comunque prodotto feriti".

Leggi tutto...

Salve le Società della Salute. Mugnai (Fi): “Il Pd ha voluto risparmiare le cocche di Rossi”

Le Società della Salute sono salve. E il voto scatena le polemiche. Il mantenimento in vita di questi organismi ha ricevuto oggi il parere favorevole della Commissione sanità del Consiglio regionale con il voto favorevole della maggioranza, il no della consigliera del Centro Democratico Maria Luisa Chincarini e beneficiando dell’assenza, al momento del voto, di due consiglieri di minoranza. A renderlo noto è il vicepresidente della Commissione Stefano Mugnai (Forza Italia), autore tra l’altro di un’altra proposte di legge in discussione, ovvero quella che delle Società della Salute prevedeva la chiusura: “Il superamento delle Società della Salute, a dir la verità, sarebbe già legge grazie a un emendamento mio e della collega Chincarini alla legge finanziaria regionale approvato in dicembre – ricorda Mugnai – dal Consiglio. Ma il Pd non si è rassegnato, e ha predisposto testi di legge che consentiranno a questi organismi, già da anni bocciati sia dalla Corte costituzionale che dalla Corte dei conti, di sopravvivere non solo, ma anche addirittura di moltiplicare le burocrazie”.

Leggi tutto...

Sindacati confederali, a Firenze i quadri e i delegati: "No a un'Italia a due velocità"

Almeno 2.500 sono state le persone che stamani (10 luglio) hanno partecipato all'assemblea di quadri e delegati organizzata da Cgil, Cisl e Uil della Toscana all'Obihall di Firenze, dedicata a sviluppo, fisco e pensioni. Dal palco ha parlato una dozzina di delegati, di tutte le categorie e da tutti i luoghi di lavoro della regione: metalmeccanici, dipendenti pubblici, lavoratori dei call center, della scuola, del commercio e dei trasporti, oltre ai pensionati. L'iniziativa (altre simili sono in programma in tutta Italia), Verso la riforma insieme ai lavoratori - Per un cambiamento vero del nostro Paese, è stata solo il primo atto di un percorso: seguiranno circa mille assemblee nei luoghi di lavoro, nei territori e nelle leghe della Toscana. Lì, i verbali con le proposte e le richieste dei lavoratori e dei pensionati saranno oggetto di una sintesi che finirà in una piattaforma sulla quale si costruirà una vera e propria vertenza.

Leggi tutto...

Lavoratori atipici, un fondo di garanzia con l'intesa Regione-banche

Prestiti più facili anche per chi non ha un lavoro con contratto a tempo indeterminato. Il fondo di garanzia per agevolare l'accesso al credito di lavoratori con contratto atipico sarà rifinanziato dalla Regione e reso operativo grazie ad un nuovo accordo fra la Regione e il  sistema bancario toscano. La firma è prevista per domani (11 luglio), alle 12,30, in Sala Pegaso a Palazzo Strozzi Sacrati. Per la Regione firmerà l'assessore alle attività produttive credito e lavoro Gianfranco Simoncini che spiegherà i contenuti dell'accordo alla stampa, presenti i rappresentanti delle banche aderenti.  

Leggi tutto...

Il generale Andrea De Gennaro nuovo comandante regionale della Guardia di Finanza

Cambio al vertice del comando regionale della guardia di finanza in Toscana. Il generale di divisione Andrea De Gennaro succede al generale di brigata Leandro Cuzzocrea, comandante della gdf di Firenze, che aveva assunto temporaneamente l'incarico il 18 giugno scorso. De Gennaro, 54 anni, sposato con tre figli, arriva in Toscana da Roma, dove fino al 30 giugno scorso ha ricoperto l'incarico di direttore centrale per i servizi antidroga presso il ministero dell'interno. Nel corso della sua carriera De Gennaro ha ricoperto importanti incarichi presso il comando generale della Gdf e presso sedi della fiamme gialle a Roma, Firenze e Bergamo.
La cerimonia del passaggio di consegne si è tenuta questo pomeriggio presso la caserma Lido Gori di Firenze, alla presenza del generale di corpo d'armata Michele Adinolfi, comandante interregionale dell'Italia Centro-Settentrionale della guardia di finanza. "Lavoreremo nel modo più attivo e propositivo possibile - ha dichiarato De Gennaro a margine della cerimonia di insediamento - I settori principali della nostra attività saranno l'evasione fiscale, la criminalità organizzata, la spesa pubblica e la contraffazione". A livello generale, ha continuato, “ci sono due settori da approfondire. Le indagini patrimoniali nel settore della criminalità organizzata e la spesa pubblica. Occorre però vedere se nella società toscana siano presenti fenomeni del genere”. “Per quanto riguarda la spesa pubblica - ha concluso De Gennaro - lavoreremo con la Corte dei Conti su eventuali non corrette
utilizzazioni di denaro pubblico”.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Libri

Giornalismi

Newsletter