Menu
RSS

Toscana, detenuti tossicodipendenti nelle comunità di accoglienza

I detenuti con diagnosi di tossico-alcoldipendenza potranno accedere alle misure alternative al carcere ed essere accolti nelle strutture gestite dagli enti aderenti al Ceart (Coordinamento degli enti ausiliari della Regione Toscana). Un intervento straordinario che coinvolgerà tra 50 e 60 detenuti toscani, e per il quale la Regione destina un finanziamento di 1 milione e 500.000 euro per il biennio 2014-2015. L'intervento è previsto da una delibera approvata recentemente dalla giunta su proposta dell'assessore al diritto alla salute Luigi Marroni. Nel dicembre 2013, Regione Toscana, Ministero della giustizia, Tribunale di sorveglianza di Firenze e Anci Toscana avevano siglato un protocollo tematico per il miglioramento delle condizioni di vita della popolazione detenuta: tra le varie azioni previste dal protocollo, anche la messa in atto di misure finalizzate al recupero e al reinserimento di detenuti con problemi legati alla dipendenza da sostanze.

Leggi tutto...

Publiacqua minaccia il distacco del servizio, il Forum Toscano: "Atto illegittimo"

Il Forum Toscano dei Movimenti per l'Acqua risponde a Publiacqua spa che sceglie proprio questi giorni di agosto per inviare raccomandate agli aderenti alla campagna di obbedienza civile, ritenendoli morosi e minacciando il distacco del servizio. "Si tratta di un atto grave e totalmente illegittimo - si dichiara nella lettera - frutto di una strategia arrogante e vessatoria, ormai generalizzata, che tende a colpire beni comuni e democrazia, a solo vantaggio di interessi e poteri privati".

Leggi tutto...

Cassa in deroga e mobilità, alla Toscana 26,5 milioni di euro

Lavoro e formazioneSono 26,5 i milioni di euro assegnati alla Toscana con il decreto interministeriale che ripartisce tra le Regioni le risorse per la cassa integrazione in deroga e la mobilità. Il decreto, firmato dal ministro del lavoro e delle politiche sociali di concerto con il ministro delle finanze, è stato publicato nei giorni scorsi, ma gli uffici regionali si sono già attivati per trasferire le domande, con la documentazione necessaria, all'Inps, perché quest'ultima provveda ai pagamenti delle indennità in tempi rapidi. "Il decreto - sottolinea l'assessore al lavoro Gianfranco Simoncini - è un risultato raggiunto anche grazie alla forte pressione esercitata dalle Regioni sul governo. Le risorse che attiva consentiranno di attenuare il grave disagio che migliaia di lavoratori hanno subito a causa dei forti ritardi nei trasferimenti".

Leggi tutto...

Articolo 18, Simoncini: "Basta modifiche, priorità al Job Act"

muro-di-mattoni O3"L'idea che potendo licenziare si crei più lavoro non regge. Del resto i dati parlano da soli, perché in Italia quasi il 90 per cento delle assunzioni sono a tempo determinato. Di cosa sta parlando Alfano? Chiedere di rimettere le mani sull'articolo 18 significa solo voler colpire ancora il mondo del lavoro. Non c'è alibi che tenga ". E' con queste parole che l'assessore al lavoro Gianfranco Simoncini interviene sulla nuova discussione sull'articolo 18, alimentata dalle dichiarazioni del ministro Alfano. Sottolineando di condividere gli interventi dei ministri Madia e Poletti, contrari a ulteriori modifiche dell'articolo 18, l'assessore toscano chiede al governo coerenza alle priorità del Job Act che non prevede interventi sull'articolo 18, ma allargamento delle tutele e la riforma delle forme contrattuali. "Teniamo ben presenti i dati sui lavoratori in mobilità e sui giovani fuori dal mondo del lavoro. Ragionamo sulle forme contrattuali, senz'altro troppe. E partiamo da qui, semplificando e dando diritti. Il governo sia coerente con le proprie proposte, porti avanti l'impegno a produrre sviluppo e non accetti il ricatto di chi vuol solo produrre licenziamenti facili".

Leggi tutto...

Lotta al cinipide, ora la Toscana produce l'antagonista

anti-cinipideTempo di bilanci per la lotta al cinipide del castagno, il temibile parassita arrivato dalla Cina, che ha attaccato i castagneti fino a metterne a repentaglio la sopravvivenza. Un tema sul quale la Regione Toscana si è fortemente impegnata con la lotta biologica attraverso l'immissione del suo antagonista naturale, anch'esso originario della Cina, il torymus sinensis, iniziata fin dal 2010. Oggi la Toscana, dopo un massiccio intervento di "lanci" dell'insetto utile, è in grado di autoprodurlo e le prospettive per il futuro si mostrano buone. Secondo gli esperti nel 2017 l'insetto antagonista sarà presente e attivo in tutto il territorio toscano. Ma ecco la "storia" della lotta biologica al cinipidel del castagno in Toscana.

Leggi tutto...

Sanità, calano le richieste di risarcimento e aumentano gli investimenti per il rinnovamento tecnologico

TrapiantiDiminuiscono di anno in anno in Toscana le richieste di risarcimento per gli errori in sanità, si accorciano i tempi di liquidazione dei danni, e scende anche l'importo complessivo dei rimborsi. E' quanto emerge dalla relazione annuale del Centro regionale gestione rischio clinico per il 2013. "Nel 2007 la Toscana ha fatto la scelta di gestire in proprio il rischio clinico - ricorda l'assessore al diritto alla salute Luigi Marroni - Non paghiamo più le assicurazioni, ma sono le stesse aziende a risarcire i pazienti. Una scelta strategica che si è rivelata giustissima, e che confermiamo. La Toscana è stata la prima regione ad incamminarsi su questa strada, ora molte altre regioni la stanno seguendo. Certo, è un sistema che può essere ancora migliorato e raffinato, ma noi siamo pienamente convinti di questa scelta". I risultati confermano la bontà della scelta.

Leggi tutto...

Nuovi treni e più qualità, c'è la bozza della Regione

treno-lucca-aullaMiglioramento della qualità dei trasporti quanto a puntualità e comfort. Drastici incrementi delle penali (fino al 140%) in caso di disservizi. Investimenti per l'acquisto di nuovi treni. Raddoppio dei treni accessibili alle persone con problemi di mobilità. Netto incremento (da 45 a 80) degli ispettori. Sono questi in sintesi le principali novità contenute nell'intesa preliminare al contratto con Trenitalia approvata questa mattina dalla giunta regionale.
Il documento fissa le basi di un'intesa che regolerà il servizio per i prossimi cinque anni, fino alla fine del 2019; questo lasso di tempo consentirà l'espletamento di tutto il complesso iter per l'organizzazione della gara d'appalto e per l'affidamento del servizio, dal 2020 in poi, al vincitore della gara. "Si tratterà di un contratto-ponte - ha spiegato l'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarellli – che però anticipa nello spirito e nei contenuti quanto noi vogliamo ottenere per il servizio ferroviario attraverso la gara: treni in orario, puliti, confortevoli, e nuovi".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter