Menu
RSS

Bagarre sui bonus scuola della Regione, Fratelli d'Italia attacca. Bobbio: “Sospesi, non revocati”

I buoni scuola anno scolastico 2013-2014 di sostegno alle famiglie per frequenza delle scuole paritarie per l’infanzia sono stati improvvisamente sospesi dalla Regione “per problematiche attinenti al bilancio regionale 2014”, da quanto si legge nella nota ufficiale inviata a tutti i comuni che avevano partecipato all’avviso pubblico. I consiglieri regionali del gruppo Fratelli d’Italia passano all'attacco. L'assessore regionale Emanuele Bobbio però precisa subito: "Le famiglie stiano tranquille, la Regione non ha revocato, e non ha mai parlato di revocare, il bonus scuola 2013/2014 di sostegno per la frequenza degli istituti paritari per l'infanzia. Non solo, abbiamo deliberato, ed è aperto, anche il bando 2014-2015”.

“Evidentemente - incalzano però da Fratelli d'Italia - le famiglie toscane e i loro bambini non sono più una priorità per questa Regione, altrimenti non si spiega  questa sospensione improvvisa di un contributo già assegnato e necessario per le famiglie toscane. Se per l’anno 2013, infatti, la Regione aveva previsto 1,5 milioni di euro di sostegno alle famiglie per la frequenza delle scuole dell’infanzia paritarie – dichiarano i consiglieri Marcheschi, Donzelli e Staccioli – nel blancio previsionale 2014: tale contributo è improvvisamente scomparso e così in quello pluriennale 2014-2016 la cifra è pari a zero.  Se esistono veramente problemi di ‘bilancio’, come si legge nella nota ufficiale, a nostro avviso sarebbe opportuno trovare le risorse da altri capitoli, magari quelli di accoglienza e servizi agli immigrati, perché per noi i bambini e le famiglie toscane hanno la priorità”. “Il danno economico - aggiungono i consiglieri regionali di Fratelli d'Italia - per tutte quelle famiglie che contavano sul contributo promesso dalla Regione e poi improvvisamente revocato è sostanziale. La Regione provveda con la prossima variazione di bilancio a reintegrare le risorse precedentemente promesse”.
Al riguardo i consiglieri regionali di Fratelli d’Italia richiesto un question time urgente sul tema per conoscere “le motivazione per le quali si è deciso di sospendere l’erogazione del contributo - spiegano -, il dettaglio delle risorse assegnate ai singoli comuni e rispettivamente ai soggetti richiedenti e se la sospensione dell’erogazione è da considerarsi temporanea oppure definitiva”. I consiglieri cheidono anche quale sia ad oggi “la disponibilità di liquidità della Regione per erogare buoni scuola; se esiste e a quanto ammonta il budget per il 2014 a disposizione per i contributi e se nella prossima variazione di Bilancio intenda indirizzare le risorse necessarie al capitolo di spesa in oggetto”.
L'assessore su tutte le questioni spiega: “L'intervento non è stato revocato - precisa Bobbio - ma solo sospeso fino alla prima variazione di bilancio, che avverrà a metà luglio. Si sono verificati degli inconvenienti tecnici in sede contabile nel riporto degli stanziamenti dal 2013 al 2014– spiega ancora l'assessore – che ci hanno costretto a una temporanea sospensione, ma non abbiamo revocato nulla, né per l'anno scolastico 2013/2014 né per il futuro. Confermiamo tutto e anzi – conclude l'assessore – abbiamo già deliberato il bonus, in giunta, anche l'anno scolastico 2014/2015".

 

Ultima modifica ilLunedì, 30 Giugno 2014 19:33

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter