Menu
RSS

Regione, Durc solo per contributi di almeno 5mila euro

consiglioregApprovata dalla maggioranza, nella seduta del consiglio regionale di ieri (9 aprile), la legge che limita le procedure di acquisizione del Documento unico di regolarità contributiva (Durc), ai procedimenti di concessione di contributi e nelle fasi di liquidazione di ogni tipologia di contributi, benefici o sovvenzioni di importo pari o superiore a 5mila euro. La specifica esigenza è emersa per eliminare difformità applicative sull’acquisizione del Durc in alcuni casi di contributi regionali per i quali l’obbligo non è previsto dalla normativa nazionale. Per i procedimenti contributivi, inoltre, è apparso congruo limitare l’applicazione della normativa regionale che obbliga all’acquisizione del Durc ai contributi di importo pari o superiore a 5mila euro.

Leggi tutto...

Contributi regionali, legge estende obbligo acquisizione Durc

Bugliani 500x272Il presidente della commissione affari istituzionali Giacomo Bugliani (Pd) ha illustrato la proposta di legge in materia di documento unico di regolarità contributiva (Durc) approvata a maggioranza dall’aula. La legge modifica le norme sul procedimento amministrativo (l.r. 40/2009) e stabilisce che la Regione acquisisce il documento unico di regolarità contributiva per “ogni tipologia di contributi, benefici, sovvenzioni effettuati a qualsiasi titolo e a favore di qualsiasi soggetto tenuto a obblighi contributivi”. Il provvedimento si è reso necessario per superare alcune difformità applicative sull’acquisizione del Durc in alcuni casi di contributi regionali, per i quali l’obbligo non è previsto dalla normativa nazionale.

Leggi tutto...

Cave, la proposta di Seravezza: "Stop se azienda non è in regola con il Durc"

20180729 regolarita contributiva cave durc 5062Stop all’escavazione del marmo se l’azienda non adempie agli obblighi assicurativi, previdenziali e assistenziali nei confronti dei propri dipendenti. Sarà così in tutta la Toscana se la Regione accoglierà la proposta che il Comune di Seravezza, in accordo con il sindacato Fillea Cgil, ha avanzato sotto forma di contributo al processo di revisione della legge 35/2015 (la legge sulle cave) in corso a Firenze. Come avviene da tempo per gli appalti pubblici e nei lavori privati in edilizia, si introdurrebbe così anche nel settore lapideo, per la prima volta, un meccanismo di verifica legato al Durc, il Documento unico di regolarità contributiva: se l’azienda non attesta di aver assolto a tutti gli adempimenti ai fini previdenziali, assistenziali e assicurativi e agli altri obblighi previsti dalla normativa vigente nei confronti di Inps e Inail non potrà ottenere il titolo per avviare o proseguire l’attività di cava.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter