Menu
RSS

Scuola, a Firenze presidio dei dirigenti scolastici dopo l'esito del concorso che ha escluso 16 partecipanti

Cgil Toscana scuolaStamani davanti all'Ufficio Scolastico Regionale (a Firenze in via Mannelli) c'è stato un presidio dei sindacati Flc Cgil Toscana e Anp Toscana e di diversi dirigenti scolastici di vari territori di tutta la regione, con lo scopo di protestare contro il parziale esito della rinnovazione del concorso per dirigenti scolastici (16, già vincitori dello stesso concorso, dopo gli scritti, non sono stati ammessi agli orali). Una delegazione di dirigenti scolastici e sindacato è stata ricevuta dal direttore scolastico regionale facente funzione, che si è preso l'impegno di rappresentare al ministero non solo le incongruenze della prova concorsuale, ma anche gli enormi disagi che si abbatteranno sull'intero sistema scolastico toscano.

"Questa situazione genererà ricorsi a non finire, impedendo una soluzione definitiva allo svolgimento del concorso - spiega Alessandro Rapezzi di Flc Cgil Toscana - Avevamo chiesto una soluzione politica proprio per impedire questo, e ora torniamo a chiederla. Sembra ormai emergere la convinzione che gli ulteriori ricorsi mettano a rischio il regolare svolgimento della rinnovazione del concorso. Da tutto ciò i disagi per la Toscana: sono 491 le scuole toscane, di queste 110 sono dirette dal personale nominato dal concorso in questione. A queste si aggiungono 104 scuole prive di dirigente su cui non può essere nominato nessun titolare se non si sblocca tutta la vicenda, riattivando una legittima graduatoria. Senza contare che a settembre ci saranno ulteriori pensionamenti. Noi metteremo in campo le iniziative politiche e legali necessarie ad affrontare la questione". Per questo Flc Cgil Toscana chiede al ministro Stefania Giannini di "venire nella nostra regione a vedere personalmente il caos in essere derivato da questa situazione senza precedenti, per trovare con le parti sociali e i soggetti interessati le opportune soluzioni. Chiediamo poi alla Regione Toscana di farsi garante di questo processo come forma di difesa degli interessi dei toscani".
"E' gravissimo che il governo Renzi preferisca gli slogan alla soluzione dei veri problemi della scuola. I 16 presidi bocciati oggi, dopo la nuova correzione degli scritti, al concorso toscano del 2011 aprono la strada ad una situazione di incertezza che sarà pagata prima di tutto dagli studenti e dalle loro famiglie", è quanto ha invece affermato la senatrice Alessia Petraglia, capogruppo Sel in commissione istruzione di Palazzo Madama. "E' il risultato dell'inerzia del governo, che ha ignorato le nostre richieste, oltre a quelle dei sindacati, che andavano nel senso di una soluzione di tipo legislativo in grado di salvaguardare gli idonei e le legittime richieste dei ricorrenti - sottolinea Petraglia - Ci avviamo così verso una fase confusa che aggiungerà incertezza all'incertezza e creerà situazioni paradossali, con dirigenti in carica da anni che da domani non potranno più svolgere il proprio incarico. Presenteremo immediatamente un'interrogazione urgente al Ministro per chiedere un intervento risolutivo in questa vicenda vergognosa".

 

Leggi tutto...

Protocollo a tre per una scuola più accogliente per gli studenti autistici

Una scuola accogliente per bambini e ragazzi con disturbi dello spettro autistico: una scuola che renda concreto il loro diritto all'istruzione mettendosi in discussione anche sotto il profilo organizzativo-didattico sapendo anche adeguare ambienti e spazi di apprendimento. Questo l'obiettivo di un protocollo d'intesa tra Regione Toscana, Ufficio scolastico regionale e Anci Toscana, approvato dalla giunta - su proposta degli assessori Emmanuele Bobbio e Stefania Saccardi - e che presto sarà sottoscritto dai rappresentanti dei tre organismi. Con validità triennale, il protocollo prevede una specifica commissione per coordinare e verificare le azioni previste. Per ciascun soggetto firmatario vengono declinati gli impegni: dalla formazione del personale scolastico attraverso equipe multidisciplinari Asl all'aggiornamento delle linee guida per la diagnosi precoce e la presa in carico dei disturbi dello spettro autistico; dalla costituzione di una comunità di confronto fra le scuole impegnate su questo tema all'integrazione del protocollo nel più ampio insieme di interventi riferiti a studenti con Bisogni educativi speciali (Bes); dalla sensibilizzazione istituzionale e sociale su queste tematiche alla promozione di rapporti fra Comuni e cooperative sociali B per favorire l'inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

Leggi tutto...

Scuole paritarie, dalla Regione 9,2 milioni di euro

"Un passo concreto per poter ripartire fra le scuole paritarie toscane risorse molto attese". Così Emmanuele Bobbio, assessore regionale all'Istruzione, nel commentare una delibera varata nell'ultima seduta di Giunta che approva il testo di una convenzione fra Regione Toscana e Ufficio Scolastico Regionale: si tratta di individuare i dati delle scuole paritarie presenti in Toscana (numero di scuole, classi, alunni, dati dei soggetti gestori) in modo da poter ripartire la cifra (9,2 milioni) assegnata dal governo nazionale alla Regione Toscana per sostenere questa tipologia di scuole. L'Ufficio Scolastico Regionale si impegna a fornire alla Regione i dati entro lunedì 23 febbraio 2015.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter