Menu
RSS

Accoglienza profughi, Bugli: "Ci aiuterà un software"

vittorio bugli quadratoIl modello di accoglienza diffusa dei profughi in Toscana funziona grazie alla collaborazione tra più soggetti: Regione e prefetture, enti locali, privato sociale e terzo settore. "E soprattutto i Comuni sono un tassello fondamentale per farlo funzionare". L'assessore all'immigrazione Vittorio Bugli lo ha ripetuto ieri nel corso di un incontro pubblico organizzato dalla Prefettura di Arezzo al quale erano presenti, oltre al Prefetto Alessandra Guidi, anche il Prefetto Mario Morcone, capo dipartimento per le Libertà civili e l'Immigrazione. del ministero degli Interni e molti sindaci, amministratori, associazioni e gestori. La Toscana tra il 2014 e il 2015 ha ospitato oltre seimilaquattrocento richiedenti asilo. Dobbiamo aspettarci che con la primavera il flusso riprenda ai ritmi dello scorso anno e tentare inserimenti rapidi e intelligenti per quelli presenti. "Solo però conoscendone la storia e le capacità si possono pensare progetti di inserimento seri e concreti. Abbiamo pensato che fosse necessario un software per raccogliere il profilo di tutte queste persone e fra un paio di settimane – annuncia l'assessore – l'avremo disponibile e potremo individuare percorsi idonei di inserimento formativo e lavorativo".I progetti di inserimento attualmente vengono svolti con i progetti Sprar (il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati). Adesso in Toscana ci sono 14 progetti Sprar della durata di 3 anni che vedono coinvolti 680 cittadini stranieri e sono finanziati dal ministero e per circa il 10% dai Comuni, che sono anche i soggetti che presentano i progetti. Adesso è aperto un bando nazionale per 10.000 posti riservati ai Comuni che ora non hanno progetti. 

Leggi tutto...

Santini (FI): "Comune chiarisca la vicenda dell'accoglienza profughi"

santiniIl consigliere comunale di Forza Italia a Viareggio, Alessandro Santini, interviene sulla vicenda dell'accoglienza di 26 profughi in città. "L'amministrazione comunale di Viareggio avrebbe deciso di procedere con un bando pubblico per l'accoglienza dei 26 cittadini pakistani inizialmente affidati alla pensione Andrea Doria di Torre del Lago Puccini: quindi - si legge - per scegliere quella pensione, non c'è stato alcun bando. Quindi, nessun altro albergatore o gestore di strutture ricettive a Viareggio o Torre del Lago Puccini è stato ufficialmente interpellato per ospitare tutti o alcuni di questi profughi. Per quale motivo? E la Prefettura di Lucca ne è al corrente?". 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter