Menu
RSS

Ndoye: "Non esiste diritto all'umiliazione"

daoudandoyePrimi interventi relativi alla campagna #nohatelucca #bastaodio avviata ieri su Lucca in Diretta e aperta ai contributi di tutti. Un appello a far prevalere la discussione e il ragionamento all'odio fine a se stesso che dilaga soprattutto nei commenti dei social network. Un intervento molto letto e condiviso e che non ha mancato esso stesso di suscitare reazioni di dissenso non argomentate. C'è chi l'ha buttata in politica ("lecchini della Boldrini", "servi della sinistra"), laddove nessun riferimento è stato fatto alla politica, invitata a supportare la ripresa di un dibattito civile e argomentato e non fatto solo di slogan. C'è chi ha urlato alla censura affermando che sarebbero a rischio i commenti di coloro che affermano che i clandestini sono troppi o che "Mattarella è una mummia". Anche in questo caso non è così: l'invito non è (solo) quello a moderare i toni dei commenti ma è quello di far prevalere il ragionamento alla rabbia, il dissenso all'odio. Nell'appello era scritto a chiare lettere: "La maggioranza delle persone, pur avendo opinioni diverse pur, legittimamente, contestando le politiche sulla migrazione o le modalità di elezione e la stessa rappresentatività di un presidente della Repubblica, per limitarsi ai casi recenti, ha posizioni critiche ma non distruttive, polemiche ma non improntate all’odio. E dovrebbe far sentire la propria voce di dissenso, alta e forte, alla deriva giustizialista e pseudoanarchica di qualcuno".

Leggi tutto...

Odio e violenza nei commenti on line, ora basta

nohateSinceramente, basta.
Non passa giorno, se va male non passa ora, che sui social network a commento degli articoli della nostra come di altre redazioni non arrivi una cascata di commenti che hanno come unico denominatore l’odio per l’altro. Che sia un avversario politico, una persona con un colore diverso della pelle, semplicemente qualcuno che la pensa diversamente sugli argomenti più disparati. Gli anglosassoni, il cui sistema riesce evidentemente a captare in anticipo i campanelli di allarme, lo definiscono hate speech, discorso d’odio. Un discorso non argomentato ma che semplicemente ha come obiettivo il disprezzo, la negazione al confronto, il mancato riconoscimento di ogni legittimazione. Invece di parlare, criticare, commentare, dissentire, insomma, si alza una bandiera, si lancia una secchiata di letame e via, senza attendere reazione, giustificazione, analisi, spiegazione.

Leggi tutto...

Pd, scissione sempre vicina. Baccelli: “Non capisco”

BaccelliScissione o non scissione? Neanche l'assemblea nazionale scioglie gli ultimi dubbi, dopo una giornata di interventi e dichiarazioni che, a seconda del tono, hanno fatto pensare prima allo strappo della sinistra del partito, poi a un possibile accordo, infine alla rottura ormai imminente. Si deciderà, forse, entro la direzione convocata per la giornata di martedì. Intanto il segretario Matteo Renzi, ex presidente del Consiglio, si è dimesso dall'incarico di segretario, aprendo di fatto il congresso del partito. E se in un primo momento si è pensato che fossero le primarie aperte, proposte da Emiliano dopo la richiesta di una conferenza programmatica per decidere i temi su cui il partito si dovrà impegnare nei prossimi mesi, tutto potrebbe cambiare nelle prossime ore. La triade Rossi-Emiliano-Speranza, infatti, sembra addossare all'ex premier la volontà dello strappo.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter