Menu
RSS

Consumi e costi dell'energia, Confindustria organizza un seminario a Prato

Costi dell'energia che non diminuiscono in misura proporzionale al petrolio, possibili agevolazioni, venti di guerra in aree cruciali per l'approvvigionamento di combustibili fossili: in un contesto così complesso, con molti chiaroscuri e altrettante incognite per il futuro, per le imprese ottimizzare i consumi energetici è ormai un obiettivo prioritario. E' ormai un dato consolidato che risparmi fino a -20% sono possibili, talvolta anche con interventi non stravolgenti. Le imprese manifatturiere dell'area Lucca-Pistoia-Prato, in particolare cartiere, nobilitazioni tessili e meccaniche, sono frequentemente caratterizzate da consumi energetici elevati in rapporto ai loro costi. Ed è per questo che hanno organizzato per giovedì (19 febbraio) alle 15 a Prato al Palazzo dell'industria, in via Valentini 14, un seminario in cui esperti dell'Enea, di Ferrari Green Energy e di Confindustria Toscana illustreranno obblighi, opportunità ed agevolazioni. Di particolare interesse i casi aziendali che verranno illustrati e che daranno una indicazione concreta di cosa è già stato possibile fare nei settori tessile, cartario e meccanico. La partecipazione è gratuita previa iscrizione alla email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Leggi tutto...

Lucca, boom di spese per auto e moto

eurosNel 2014 il reddito pro capite in Toscana si è attestato su una quota ben superiore a quella nazionale (19.394 euro) a fronte di una media del Paese di 17.875 euro, con un aumento dello 0,6% rispetto all’anno scorso. La spesa per beni durevoli ha segnato una crescita superiore a quella italiana (+3,0% rispetto a +2,4%). Performance positive per il mercato dell’auto nuova (+6,0%), usata (+5,1%) e per i motoveicoli (+3,5%). La provincia più ricca resta Firenze, con 22.486 euro, seguita da Siena con 20.259 euro e da Lucca, che con quota 19.085 euro di reddito procapite registra un aumento dell'1% rispetto al 2013. Questi sono i principali risultati della ventunesima edizione dell’Osservatorio di Findomestic Banca sul consumo di beni durevoli in Toscana, presentato oggi (29 gennaio) a Firenze.

Leggi tutto...

Il Codacons chiede il black friday al posto dei saldi

I saldi potrebbero essere inutili per il commercio perché i cittadini avranno già speso tutto per i regali di Natale. Lo sostiene il Condacons. "L'anticipazione dei saldi invernali al 3 gennaio in Toscana è una misura inutile, che non influirà in alcun modo sugli acquisti dei cittadini per gli sconti di fine stagione - spiega infatti il predente di Codacons, Carlo Rienzi che aggiunge "Le famiglie della Regione arrivano all'avvio degli sconti di fine stagione con il portafogli già svuotato dalle spese per le feste natalizie e di fine anno Anticipare di qualche giorno i saldi non influirà sulla capacità di spesa dei cittadini, il cui budget da dedicare agli sconti stagionali è sempre più risicato". In base alle prime stime del Codacons, infatti, la propensione all'acquisto da parte dei consumatori è al momento in calo, e l'andamento dei prossimi saldi sarà ancora una volta negativo, con vendite che subiranno una riduzione media compresa tra il 8 per cento e il 10 per cento rispetto al precedente anno."Continuare a praticare gli sconti subito dopo le festività è una scelta suicida per il settore del commercio, che già in questi giorni sta registrando una contrazione degli acquisti natalizi da parte delle famiglie – prosegue Rienzi – L'unica strada per far riprendere le vendite è liberalizzare i saldi, consentendo ai commercianti di praticare sconti e promozioni anche durante le feste di Natale, come avviene negli Stati Uniti con il black friday, in modo da incentivare i consumi e permettere ai cittadini di fare qualche regalo in più".

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter