Menu
RSS

Manifatturiero, a Lucca l'export prende il volo: +17%

operaiindustriaUn segnale positivo per l'impresa manifatturiera lucchese, che insieme all'area Pistoia e Prato, nel trimestre da ottobre a dicembre scorsi, ha visto una crescita dell'export del +9,6% rispetto allo stesso periodo del 2017, con andamenti comunque diversi fra le tre province: dal +0,8% di Pistoia al +1,7% di Prato fino al +17,8% di Lucca. Ampliando la visuale al complesso delle esportazioni (quindi manifatturiero più servizi, beni diversi e soprattutto prodotti agricoli, particolarmente rilevanti nel pistoiese), l’export è aumentato nel 4° trimestre del +10,4% rispetto allo stesso periodo del 2017 (+2,7% Prato, +4,3% Pistoia, +17,7% Lucca), a fronte di un incremento medio del +3% per l’Italia e del +11,2% per la Toscana.
Le elaborazioni del Centro studi di Confindustria Toscana Nord sui dati Istat fanno il punto anche sulla chiusura del 2018, che ha visto l’export manifatturiero segnare un aumento del +10% a Lucca e del +1,1% a Prato, mentre a Pistoia c’è stata una piccola diminuzione di -0,6%. L’insieme dell'export manifatturiero 2018 di Lucca, Pistoia e Prato ha segnato rispetto al 2017 +5,4%; in valore assoluto l’ammontare è stato di  7,85 miliardi di euro.

Leggi tutto...

Industria, bene produzione ma frena valore aggiunto

GiulioGrossiNei bilanci del 2017 il tasso di crescita del valore della produzione operativa delle società di capitali manifatturiere dell'area Lucca-Pistoia-Prato è infatti raddoppiato rispetto all’anno precedente (+2,6% dopo + 1,3%), ma il valore aggiunto è cresciuto poco (+0,8%), dopo essere aumentato in modo brillante nel 2016 (+6,7%). Questo quanto emerso dall'appuntamento annuale con il rapporto sui bilanci del Centro studi di Confindustria Toscana Nord che evidenzia per il 2017, ultimo anno per il quale i bilanci aziendali sono disponibili, una situazione sensibilmente diversa da quella registrata per il 2016.

Leggi tutto...

Manifatturiero, Toscana al secondo posto per investimenti

Cresce l occupazione in Toscana nei servizi. Rossi Effetto traino del manifatturiero articleimageSecondo il reporto di Ice-Reprint, quanto a numero di imprese toscane a partecipazione estera la Toscana era a fine 2015 al sesto posto a livello nazionale con 608 imprese multinazionali (4,8% del totale nazionale) e 48.743 dipendenti (4%). Fanno meglio della Toscana la Lombardia (che da sola raggiunge quasi il 50% delle presenze estere in Italia), Lazio, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna. I dati sono stati ricordati stamani nel corso dell'evento, all'interno di Toscana Tech dedicato all'attrazione degli investimenti. E riguardano un po' tutti i settori: non solo moda e alimentare, dove il nome della Toscana ripplende, ma anche la meccanica, la chimica, l'informatica e il software house, il cartario. A fine 2017 , l'anno scorso, le multinazionali in Toscana erano ancora di più, salite a 615. Il considera comunque la società a partecipazione estera, che per una multinazionale possono essere anche più di una. Limitandosi ai singoli investitori si scende a 460. Dal 2010 a fine 2015, in cinque anni, le multinazionale che hanno una base in Toscana sono cresciute del 13 per cento, un dato leggermente superiore a quello nazionale (+ 12 per cento).

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

 

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter