Le rubriche di Lucca in Diretta - Cinema e tv

L’uomo invisibile, ecco il thriller dell’anno

Un classico a cui Whannell ha saputo dare una concezione nuova

Più informazioni su

Reinventare un classico, non è mai semplice. Soprattutto con un pubblico sempre più restio al minimo cambiamento, legato profondamente ai classici e alla loro idea di rintanarsi in una bolla, dalla quale rifiutano di tirar fuori la testa e provare, anche solo per un attimo, a lasciarsi raccontare una nuova storia.

Ed è proprio la strada del reboot moderno L’uomo invisibile, che Whannell decide di percorrere.

Reduce dall’ottimo riscontro di critica ricevuto per l’action adrenalinico Upgrade e complice il fallimento del Dark Universe, iniziato e finito con l’orribile reboot de La Mummia, Whannell e Jason Blum, con la sua Blumhouse, prendono in mano le redini del progetto e ci presentano un prodotto che ha tutte le caratteristiche che ha reso questa casa di produzione un piccolo gioiello, dimostrandoci di riuscire ad inserire tematiche importanti in un genere bistrattato come l’Horror-Thriller.

Cecilia Kass (Elisabeth Moss) decide di fuggire, in segreto, dal marito violento e ossessivo (interpretato da Oliver Jackson-Cohen) e si rifugia a casa di un amico, poliziotto (Aldis Hodge) che vive con sua figlia (Storm Reid). Impaurita e ossessionata, dopo l’annuncio del suicidio di suo marito, decide finalmente di vivere la sua vita.
Ma qualcosa di invisibile, proveniente dal suo passato, non è intenzionata a lasciarla andare.

Niente giri di parole: siamo davanti al thriller dell’anno, secondo Ciro Galdoporpora: ecco qui la Recensione su Project Movie.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.