Le rubriche di Lucca in Diretta - Cinema e tv

Un giorno sbagliato: in scena una graffiante critica della modernità foto

Ecco la recensione di Marco Andreini su Project Movie

Più informazioni su

“Oggi ti devi proteggere da solo, tanto nessuno ti aiuta”. “Alla gente arriva addosso talmente tanta roba, che il cervello non regge”. “Quando arriviamo al punto di ebollizione, ma esplodiamo”. “I media, Twitter, Facebook e tutta la pressione addosso”

Si sentono dire diverse frasi così all’inizio del film, ed è proprio qui che capiamo come Unhinged (=squilibrato, tradotto in italiano con Il giorno sbagliato), prendendo un po’ da The Hitcher e un po’ da Un giorno di ordinaria follia, attualizza il concetto e condanna le frustranti criticità della società moderna.

Rachel è imbottigliata nel traffico col figlio. In ritardo, suona il clacson al pick-up di fronte rimasto fermo al semaforo verde. L’uomo alla guida poco dopo la raggiunge e le intima di chiedere scusa, ma la donna si rifiuta, e a quel punto… “Lei non lo sa cos’è una brutta giornata… ma lo scoprirà, ha capito bene? Cazzo se lo imparerà”

Viene da chiedersi se forse non dovremmo imparare la lezione anche noi… continuate la lettura della Recensione a cura di Marco Andreini su Project Movie!

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.