Quantcast

Anche tu non hai tempo? I tre consigli pratici di Viaelisa per trovarlo

Non so se è capitato anche a voi, recentemente, di inciampare in una frase che di magico ha poco: “Non ho tempo”.

Quando ci dedichiamo a riflettere su ciò che più ci preoccupa o ci affanna, matrice comune è il “non avere tempo”. Quasi come ci fossimo trasformati tutti in conigli di un Paese delle Meraviglie perdute, alla ricerca di tempo.

E non so se vi è capitato anche di imbattervi in letture, consigli, mindset training, dove il suggerimento è stato “il tempo lo si crea”.

Come se si potesse essere padroni delle lancette dell’orologio. Anche io, innanzi a questo indirizzamento, mi sono sentita un po’ frustrata e se niente niente anche più innervosita.

viaelisa official

Ma se ci pensiamo bene, se davvero pensiamo, dove è che ha sede il tempo? Non siamo forse noi stessi il tempo? In quale altro posto lo potremmo cercare se non nel nostro Paese delle Meraviglie che siamo?

E qui qualcuno stride, perché ci abbiamo l’autostima deboluccia. Eppure è così: siamo, sei una meraviglia continua, da conoscere e da esplorare. Sede del tuo passato, presente e futuro, e quindi del tempo. Quando ti sembra che ti stia sfuggendo qualcosa, con la sensazione di essere inciampata e di non ritrovare l’equilibrio, cadi. E rialzati.

Fosse facile rialzarsi. Lo è, ma lo si fa spesso, più spesso di quello che crediamo, ma senza visualizzare bene il come ci stiamo rialzando: più consapevole di quello che non vuoi e che desideri per stare bene.

Dove si trova dunque il tempo? Nel modo diverso di pensarci, di pensare a noi rilegati in un sistema di abitudini che subìamo invece di essere gli esploratori di un viaggio che ha in sé la meta.

Ma se non riesco a vedermi o ad immaginarmi così come faccio?

Tre pratici consigli

1 – Inizia gradualmente. Non si può cambiare un’abitudine all’istante. Cioè, si potrebbe, ed è fantastico, ma il più delle volte commettiamo l’errore di credere che sia “automatico”, invece no. Comincia gradualmente a “sentirti” padrona del tuo tempo.

2 – Descrivi la tua situazione. Guarda, focalizza il tuo contesto, le azioni che stai svolgendo, le relazioni con il tuo mondo. Non giudicarle, guardale e descrivile, come se tu controllassi le cose in valigia prima di un viaggio Non ti piace? Troppo tardi per rifarla? Se senti di “non avere più tempo” e che non sia il “momento giusto”, cambia prospettiva: sali su una sedia, su uno scalino, sdraiati per terra, fa qualcosa di nuovo, di più, di diverso, guarda a ciò che sei e che vuoi dentro quella valigia e se ti è davvero necessario, osservalo da un altro punto di vista. Di solito è lì che si trova il tempo che “non abbiamo”.

3 – Riprendi la pratica della gratificazione personale. Dico come priorità, alimenta con gli esercizi di benessere la tua energia vitale. Ti sembra già di farlo? Pensaci bene. Se tu lo facessi non diresti “non ho tempo”.

Ovunque tu sia adesso, ricorda: “Ogni mattina noi nasciamo nuovamente. Ciò che decidiamo di fare oggi è ciò che conta davvero”. (Buddha)

Viaelisa Official è il brand di Lucca del Cashmere e Knitwear. Seguici su fb e instagram.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.