Le rubriche di Lucca in Diretta - Cinema e tv

Warner Bros: film al cinema e in streaming contemporaneamente nel 2021

La Warner Bros ha fatto un annuncio che è destinato a cambiare per sempre il mondo del cinema. Per tutto il 2021, la casa di produzione pubblicherà i film in contemporanea al cinema e in streaming, sulla piattaforma di proprietà HBO Max. Si tratta di una soluzione, secondo le dichiarazioni dell’amministratore delegato, provvisoria, tuttavia, permetterà di capire se lo streaming possa davvero intaccare il cinema.

Secondo l’idea di Warner, i film saranno disponibili in streaming e al cinema per un mese per poi seguire la stessa linea di sempre con pubblicazione On-demand, Blu-Ray ed eventualmente televisione. L’obiettivo della società nel breve termine è quello di pubblicare i titoli realizzati e bloccati nel 2020, in modo da recuperare gli investimenti. Ogni film che non è stato distribuito nei cinema nel 2020, infatti, ha determinato una drastica riduzione delle entrate della casa di produzione che si vuole assolutamente evitare quest’anno.

Quali saranno gli effetti di questa decisione?

Questa decisione di Warner Bros del lancio dei titoli in contemporanea al cinema e nei siti streaming, nello specifico HBO Max, non è priva di effetti da tenere in considerazione. Secondo alcuni esperti, ecco quali sono i principali:

  • Introiti ridotti del cinema. Il cinema registrerà incassi sempre più ridotti, rendendo la ripresa sempre più difficile. Già nel 2020 i cinema sono stati pesantemente intaccati dall’emergenza sanitaria. Questa dichiarazione di Warner rischia di rendere il recupero dalla crisi molto più lento di quanto si potesse immaginare. Tantissimi cinema speravano in un 2021 migliore, così come i dipendenti licenziati, ma dovranno inventarsi qualcos’altro. Nel frattempo, gli esperti hanno iniziato anche a differenziare le persone che guardano i contenuti al cinema da quelle in streaming, coniando un nuovo termine “moviegoers”, a dimostrazione del fatto che il mercato sta cambiando per sempre.
  • Maggiore pirateria. La possibilità di vedere un film appena uscito al cinema comodamente a casa è stata per anni la strategia di marketing delle piattaforme pirata che pubblicavano le tanto contrastate riprese in sala. Per anni si è considerata la pirateria un problema da debellare che intacca il bello del cinema. Ora le case di produzione seguono lo stesso “modello di business” consentendo alle persone di accedere a contenuti contemporaneamente al cinema e in streaming. Questa diffusione in streaming determinerà anche un aumento della pirateria stessa. È già stesso messo in conto dalle case e si dovranno trovare dei modi per limitarlo. Un contenuto in streaming è molto più facile da copiare e distribuire in alta definizione rispetto a un titolo trasmesso solo al cinema, per cui Warner Bros e tutte le altre case dovranno impegnarsi a bloccare questa tendenza per il bene del mercato.
    Competizione spietata. Un altro effetto da non sottovalutare è la nascita di una maggiore competizione tra le diverse case di produzione. Ad esempio, HBO Max dovrà fare i conti con Disney+, Amazon Prime, Netflix e così via. È chiaro che se sempre più società si concentrano sullo streaming, il mercato rischia di saturarsi ancora di più, passando da una rapida ascesa ad una ripida discesa. Solo il tempo potrà dire che riuscirà ad avere la meglio, ma si prospetta una competizione all’ultimo film.

Warner Bros si sta preparando per un anno intenso ed insolito. All’interno del proprio piano prevede la pubblicazione di contenuti di spicco. Il primo sarà il sequel di Wonder Woman, tuttavia, sono presenti tanti altri titoli come Suicide Squad 2, The Batman e Dune, che potranno essere visti in contemporanea al cinema e in streaming. Quest’anno di prova dimostrerà se cinema e streaming possono convivere o se uno avrà la meglio sull’altro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.