Le rubriche di Lucca in Diretta - Economia e finanza

Cei: “Fondi europei, superare la logica della distribuzione a pioggia”

L'imprenditore e politico chiede che il paese si interroghi sulla politica industriale verso il rilancio

“La prospettiva di fiumi di denaro europeo che dal prossimo anno si riverseranno sulla nostra economia obbliga a chiederci di quale politica industriale il nostro paese abbia bisogno per uscire dalla logica dell’emergenza che non ha affatto risolto l’ormai decennale rallentamento della produttività e dei redditi da lavoro”. La pensa così Lido Cei, imprenditore nel settore del finanziamento alle imprese con la sua Ideaservice.

“Dovremmo avere – dice – una politica industriale veramente orientata a un dinamismo fatto di innovazione tecnologica che guardi al futuro, promuova le conoscenza, valorizzi i talenti e non tradisca le aspettative dei giovani. Certo la politica industriale da sola non risolve i problemi ma è un componente indispensabile per trovare soluzioni. Assolutamente va superata la logica dei fondi distribuiti a pioggia per accontentare tutti in nome della neutralità governativa rispetto alle scelte libere di mercato”.

“Per tutto ciò – conclude Cei – serve coraggio politico ma questo è il momento di provarci perché una così alta quantità di denari non arriverà più e quindi la nostra classe politica si concentri sui temi seri per il paese dei prossimi 20 anni e tralasci le beghe interne che non interessano nessuno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.