Quantcast

Dalla Regione Toscana un contributo per le pmi del turismo, del commercio e della cultura

Lido Cei (Easy Fund Consulting): “Fondamentale avere a fianco un consulente per essere rapidi ed efficaci nel cogliere le opportunità”

Ci sono le attività dei centri storici della nostra provincia, quelle dei comuni termali come Bagni di Lucca e quelle dei comuni che, nel periodo dal 21 marzo al 17 aprile, con apposita ordinanza, sono stati classificati “zona rossa”, come Viareggio, tutte hanno la possibilità di fare richiesta del contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Ristori della Regione Toscana.

Importo massimo di 2500 euro per imprese commerciali, turistiche e della ristorazione, culturali che hanno subito un calo di fatturato di almeno il 30 per cento nell’anno 2020 rispetto all’anno 2019. Lo sportello per la presentazione della domanda è aperto dalle 9 del 17 gennaio alle 17 del 4 febbraio.

“Un’ulteriore opportunità per le imprese – spiega Lido Cei, Easy Fund Consulting – ma è necessario essere rapidi e fare le cose fatte bene. Per questo avere una strategia aziendale che prevede al proprio fianco esperti di finanza agevolata è decisivo per non perdere occasioni. Brevità della finestra e conoscenza dei requisiti e delle modalità sono questioni che i nostri professionisti affrontano su tutti i bandi per seguire le imprese in ogni aspetto dalla modulistica, alla tempistica al caricamento della domanda vera e propria”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.