Quantcast

Le rubriche di Lucca in Diretta - Food News

Cucina tipica lucchese per la gioia dei vegetariani

Più informazioni su

Chi conosce il territorio di Lucca sa bene che la cucina tipica è ricca di ricette vegetariane, perfette quindi sia per chi non ama mangiare la carne che per chi semplicemente adora il sapore genuino e pieno della verdura di stagione. Ecco quindi, di seguito, qualche idea a cui ispirarsi per mettere a tavola dei piatti diversi dal solito, perfettamente in linea con la rinomata gastronomia toscana.

Torta di neccio – Idee vegetariane di tutti i tipi

Come già anticipato, la cucina locale è gremita di ricette vegetariane sfiziose e leggere, sia dolci che salate.

Tra quelle più gettonate dai turisti del posto e non solo, vi è la torta di neccio. Per prepararla è sufficiente unire mezzo chilo di farina di castagne, dell’acqua ed un pizzico di sale, in modo da ottenere un composto uniforme e privo di grumi. Quest’ultimo andrà poi steso su una teglia precedentemente unta e farcito con gherigli di noce, uvetta, rosmarino e la parte gialla della scorza di un’arancia. Una volta completata questa fase si potrà procedere con la cottura, a 200°C per circa un’ora. Il consiglio è quello di degustare il dolce leggermente caldo, in modo da assaporare al meglio il suo gusto avvolgente.

Per quanto riguarda invece le prelibatezze salate è possibile citare la panzanella, tipico piatto povero di molte regioni italiane ma che nella città di Lucca risulta protagonista di una ricetta molto particolare. Per preparare la panzanella lucchese infatti è necessario tagliare del pane secco in tante fette, ammollarle nell’acqua e strizzarle fino a creare un composto di pane sbriciolato. Finita questa operazione si tagliano dei pomodori a cubetti e si mette in ammollo una cipolla in acqua e aceto di vino bianco, il tempo necessario che prenda sapore e rilasci un po’ del suo forte aroma. A questo punto si prende il pane precedentemente ammollato e sbriciolato e lo si unisce ai pomodori, alle cipolle e a delle foglie di basilico. Infine olio, sale e pepe a piacimento. Questa è quindi la preparazione di un primo piatto molto famoso nella provincia di Lucca, perfetto per essere servito freddo nelle torride giornate estive. Chi ama sapori più decisi, può aggiungere anche del tonno e delle olive nere.

Funghi pioppini – Ad ogni regione d’Italia i propri funghi

Tra le ricette vegetariane più sfiziose e leggere cucinate a Lucca vi sono sicuramente le bruschette farcite con il sugo di funghi pioppini.

Per prepararlo è necessario pulire 700 gr di pioppini stando ben attenti ad eliminare i gambi legnosi, dividendo quelli buoni (da mettere in un recipiente) dalle cappelle, che andranno divise a pezzi se troppo grandi. Successivamente si procede a tritare dell’aglio, mettendolo poi a rosolare in una padella con dell’olio di oliva fino a completa doratura. Una volta che l’aglio apparirà leggermente abbrustolito andranno aggiunti in padella i gambi (per circa 5 minuti), dei pomodori pelati e del prezzemolo.

Il tutto andrà lasciato cuocere a fiamma bassa per circa 25 minuti. Solo in fase finale sarà possibile aggiungere le cappelle, insaporendole con sale e pepe e portandole a cottura per ulteriori 30 minuti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.