Quantcast

Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Camere di commercio, mozione in Regione per evitare depotenziamento

Evitare un depotenziamento delle funzioni delle Camere di commercio, per garantire il ruolo fondamentale di presidio territoriale in materia di supporto, consulenza e servizio alle imprese. Nella mozione, approvata in aula e presentata dal capogruppo Pd Leonardo Marras, si chiede alla giunta di impegnarsi presso la conferenza unificata e il parlamento affinché, prima dell’adozione del decreto legislativo di riordino delle funzioni e del finanziamento delle Camere di commercio, venga fatta presente la necessità di introdurre alcune modifiche al testo.

Nella mozione si chiede l’impegno per garantire e introdurre un coinvolgimento delle regioni nel riordino, in particolar modo in relazione agli accorpamenti delle Camere di commercio sul territorio di competenza e riguardo al loro funzionamento, in coerenza con la missione legata al loro sviluppo. Infine, ad attivarsi anche con specifici monitoraggi in relazione al mantenimento dei livelli occupazionali dei lavoratori, evitando il rischio di esuberi.
“La razionalizzazione – ha detto Marras – comporterà un efficientamento del sistema ma potrebbe e dovrebbe essere più in linea con lo sviluppo locale, ossia condividere con la Regione l’organizzazione sul territorio”.
“Anche le Camere di commercio – ha detto il consigliere di Lega Nord Jacopo Alberti – sono vittime del renzismo, non c’è un disegno generale ben definito di come debba avvenire il loro riordino o di eventuali tagli”. Alberti ha espresso il voto favorevole del suo partito seppur con spirito critico: “Vorrei sapere che passi sono stati fatti dalla giunta dal 6 aprile quando in Consiglio è stata approvata all’unanimità una mozione per la salvaguardia delle Camere di commercio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.