Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Ciclovia Tirrenica, ok al protocollo d’intesa

Pedalare sul lungomare, esplorare la costa ligure e quella toscana per finire sul litorale laziale attraversando località famose e porti pittoreschi. Tutto questo sarà possibile con la Ciclovia Tirrenica, arteria ciclabile per la cui realizzazione stanno lavorando in accordo Toscana, Liguria e Lazio. Grazie al protocollo firmato oggi (7 aprile) a Firenze dagli assessori alle infrastrutture delle tre Regioni coinvolte – Vincenzo Ceccarelli per la Toscana, Fabio Refrigeri per il Lazio e Giacomo Raul Giampedrone per la Liguria – il progetto potrà accedere ai finanziamenti statali previsti dal Governo per le ciclovie di interesse nazionale, un passaggio fondamentale per accelerare i tempi di realizzazione del’opera.

Soddisfazione da parte di tutti e tre gli assessori regionali alle infrastrutture di Toscana, Lazio e Liguria per la firma che ha siglato l’accordo tra le tre Regioni per la realizzazione condivisa della Ciclopista Tirrenica, arteria ciclabile che congiungerà Ventimiglia a Roma scendendo lungo il litorale ligure, toscano e laziale. “Grazie all’accordo firmato oggi – ha deto l’assessore alle infrastrutture dela Regione Toscana Vincenzo Ceccarelli – potremo partecipare al bando statale per l’assegnazione di risorse per la realizzazione di ciclovie di interesse nazionale. Siamo davanti ad un’opera dal doppio valore, sia turistico che di promozione della mobilità sostenibile. Il tracciato in Toscana – ha aggiunto Ceccarelli – andrà dal confine con la Liguria al confine con il Lazio, sulla base di quanto è stato individuato un paio di anni fa attraverso un piccolo bando. Già dal solo il tratto toscano è molto suggestio e molto importante, ma assume un valore ancora maggiore se unito alla parte dela Liguria e del Lazio. Per questo stiamo lavorando in sinergia, per una progettazione, segnaletica e promozione condivisa. Credo che, come sempre, l’unione fa la forza, ed in questo caso ancora di più”.
“Questo atto – ha detto l’assessore Fabio Refrigeri della Regione Lazio – mette insieme non solo 1200 km di ciclovia, ma anche tre Regioni, tre storie, tre paesaggi che vengono unite da una modalità di viaggio, la bici, che è importante anche per la valorizzazione di una modalità diversa di apprezzare i nostri territori. Questa ciclovia avrà anche contattti con le ulteriori vie ciclabili presenti nelle regioni e questo rappresenta un agrande opportunità. Nella parte del Lazio avremo la risalita su Roma e Fiumicino attraverso le due aree protette di Focene e la riserva del litorale fino ad arrivare sul Tevere. Speriamo che questo nostro progetto, la cui progettazione è in parte già avanzata, possa avere il finanziamento del Mit”. “Credo – ha infine aggiunto l’assessore Giacomo Raul Giampredone della Liguria – che sia un progetto ambizioso che guarda a un turismo sostenibile che è quello che ci chiedono molti cittadini europei che vengono a visitare le nostre zone. Per la Liguria è un progetto che ha un obiettivo in più, quello di poter collegare tutta la regione, da Ventimiglia  a Sarzana. Certamente esserci riuniti potrà dare valore aggiunto al progetto e con questo auspicio ci rivolgiamo al Governo. Oggi è sicuramente una bella giornata per Liguria, Toscana e Lazio. E’ un sogno che può essere occasione di lavoro e di apertura a un modello turistico che nel Nord Europa è molto sviluppato che da noi inizia a prendere campo. Il finanziamento passa attraverso i fondi europei, se otterremo quello che speriamo partiremo subito, dando priorità ai lotti funzionali. Mi auguro che la fine di un percorso ideale si possa raggiungere entro il 2020″. 
La ciclovia costiera si svilupperà da Ventimiglia a Roma, sarà lunga circa 1200 chilometri, di cui 700 già percorribili. Sarà un itinerario di straordinario valore culturale, paesaggistico e naturalistico connesso con altri itinerari cicloturistici di interesse nazionale ed europeo.
Le Regioni Lazio, Liguria e Toscana promuovono da anni lo sviluppo della mobilità ciclabile investendo risorse importanti per la realizzazione di itinerari e percorsi strategici a valenza nazionale e internazionale. Le tre Regioni condividono una visione integrata di sviluppo della mobilità e del turismo sostenibili, necessari sia per migliorare la qualità della vita dei cittadini e sia per creare nuove opportunità di lavoro, per questo collaborano in progetti nazionali ed europei per dare continuità agli itinerari e coordinare azioni di promozione e valorizzazione.
Grazie al protocollo firmato oggi sarà possibile la presentazione del progetto Ciclopista Tirrenica al Ministero delle Infrastrutture. Inoltre l’accordo permetterà di progettare e realizzare l’opera sulla base di standard condivisi, fare promozione comune ed anche di presentare proposte progettuali relative a quest’opera su bandi nazionali e comunitari per lo sviluppo integrato di mobilita e turismo sostenibili.
 
Il tracciato nel dettaglio
Un tracciato complessivo di 1200 chilometri circa da Ventimiglia a Roma attraverso 3 Regioni, 11 Province, numerosi siti di interesse paesaggistico, archeologico e culturale. L’opera sarà realizzata grazie al protocollo firmato da Toscana, Liguria e Lazio
Il tracciato complessivo della Ciclovia Tirrenica in Toscana è di circa 560 chilometri, compresi i collegamenti multimodali con stazioni ferroviarie e porti, tra cui quello di Piombino che permette di inserire nel tracciato anche l’Isola d’Elba. In Toscana la Ciclovia interessa siti archeologici come Populonia, borghi tipici, la Versilia e la Costa degli Etruschi, città d’arte come Pisa e aree naturali protette come il Parco Nazionale dell’arcipelago toscano e quelli regionali di Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli e della Maremma.
Ad oggi del 1200 chilometri complessivi del tracciato circa 700 sono già percorribili in sede separata o promiscua.
La Ciclovia Tirrenica, inserita nella rete ciclabile nazionale BicItalia (Bi 16), è collegata con altre importanti ciclovie individuate nella rete europea Eurovelo e suggestive ciclovie nazionali della rete Bicitalia. In particolare sarà connessa alle altre grandi ciclovie toscane ciclopista dell’Arno e ciclovia Francigena ed agli itinerari Eurovelo 8 Mediterranea, ciclovia pedemontana, ciclovia Svizzera mare, ciclovia degli Appennini, ciclovia Salaria, ciclovia Fano – Grosseto, ciclopista del Sole, ciclovia Romea, Grande raccordo anulare in bici (Grab).
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.