Quantcast

Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Bilancio, le modifiche al vaglio della commissione cultura e sviluppo

All’ordine del giorno della seconda commissione consiliare (agricoltura, commercio, turismo, sviluppo, cultura) della Regione Toscana, presieduta da Gianni Anselmi (Pd), è stata posta oggi (22 giugno) l’illustrazione degli aggiornamenti sugli atti economici e finanziari, in particolare la nota di aggiornamento al Defr (documento di economia e finanza regionale) 2017.

Nel corso della seduta è stato spiegato che il programma regionale di sviluppo 2016-2020, approvato dal Consiglio nel marzo scorso, essendo il risultato di un percorso di partecipazione e consultazione, è stato oggetto di cambiamenti rispetto alla proposta iniziale; da qui la necessità di adeguare ed integrare la sezione programmatoria del Defr 2017 e della relativa nota di aggiornamento, concentrandosi sulle 24 schede programmatiche sui progetti regionali approvati e fornendo una tabella di correlazione tra questi e le linee di intervento strategico della costa. “Invito i colleghi ad approfondire questa nota di aggiornamento – ha affermato Anselmi – resa necessaria dopo l’approvazione in parallelo del Defr e del piano regionale di sviluppo, che ha portato inevitabilmente a delle alterazioni”. “E’ importante soffermarsi sulla portata di questo atto, non solo per poter esprimere il parere di merito – ha concluso il presidente – ma anche per poter inquadrare il tutto all’interno del bilancio di previsione finanziario 2017-2019 e degli interventi relativi alla prima variazione”. La seduta è quindi proseguita con l’illustrazione di questi atti, guardando in particolare agli articolati sulle materie di competenza della commissione, spaziando quindi dall’istruzione alla cultura, dalla forestazione al turismo. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.