Quantcast

Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Amianto: via libera a legge che indica priorità e criteri per rimozione

Via libera unanime in Consiglio regionale alla proposta di legge che indica priorità di intervento e prevede criteri per la rimozione e lo smaltimento di materiali che comprendono amianto. Il testo, illustrato dalla prima firmataria Ilaria Bugetti (Pd), punta anche a “stimolare la Giunta a presentare linee guida e anticipare i tempi per la redazione del Piano regionale che aspettiamo da tempo”.

Il testo è stato emendato in commissione lo scorso 21 settembre con l’inserimento di un nuovo articolo (articolo 2 bis) per rispondere alla “necessità di fissare una data cogente per la realizzazione di quella che è la mancanza più importante della legge 51, ovvero il Piano amianto” ha spiegato Bugetti, autrice della modifica votata a larga maggioranza in commissione. “Nel corso del dibattito sulla proposta – ha detto – abbiamo approfondito alcuni aspetti e per dare un senso ancora più forte al testo, abbiamo ritenuto corretto inserire una data certa, anche se spostata di qualche mese rispetto a quella precedentemente ipotizzata”.
In sede di dibattito il capogruppo Sì – Toscana a sinistra, Tommaso Fattori, ha anticipato il voto favorevole ma ha anche ricordato “come si sia arrivati a questo testo. La Giunta non ha fatto quello che doveva quattro anni fa. Abbiamo, primi in Italia, un’ottima legge che punta alla rimozione del pericolo e stimola le rinnovabili”. “Il ritardo della Giunta – ha detto – è stupefacente e sul tema avevamo già presentato una mozione nel 2015”. “Finalmente si fissa un limite alla stesura del Piano regionale. Ben vengano indirizzi comuni” ha dichiarato il capogruppo del gruppo Misto Tpt Monica Pecori annunciando anche il voto favorevole. Sul testo la stessa Pecori aveva presentato un emendamento che l’Aula ha però rigettato.
“L’urgenza ci porta a esprimere un voto favorevole”, ha detto la vicepresidente della Lega Elisa Montemagni. “A tutti noi deve comunque interessare la sicurezza e il lavoro deve essere tale da garantire omogeneità sul territorio”.
Voto favorevole è stato annunciato anche dal presidente del Movimento 5 stelle Giacomo Giannarelli. “Questa proposta dimostra quanto sia importante il lavoro delle commissioni. La discussione e il dibattito affrontati in quella sede hanno permesso di fissare una data certa per il Piano regionale” ha detto peraltro ricordando che in Toscana l’amianto “è ancora molto diffuso”. “Il Piano servirà non solo ai fini dell’indagine conoscitiva, ma anche per programmare l’eliminazione”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.