Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Agevolazioni fiscali per il sostegno a cultura, ok al regolamento

Il regolamento di attuazione della nuova legge regionale sulle agevolazioni fiscali per il sostegno della cultura e la valorizzazione del paesaggio ha superato l’esame delle commissioni Affari istituzionali e sviluppo economico, presiedute rispettivamente da Giacomo Bugliani (Pd) e Gianni Anselmi (Pd), riunite in seduta congiunta. Con le sole astensioni del Movimento Cinque Stelle, dei consiglieri Monica Pecori (Gruppo misto/Toscana per tutti) e Roberto Salvini (Lega Nord) le commissioni hanno espresso il parere obbligatorio sul testo regolamentare, che dà attuazione alle principali novità contenute nella legge.

In particolare, è stato ampliato il numero dei soggetti destinatari delle agevolazioni e si consente loro di ottenere agevolazioni fiscali per le erogazioni liberali destinate a progetti d’intervento per la manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici ed il sostegno dei luoghi della cultura.
Il presidente Anselmi, che ha guidato la seduta, ha ricordato che i lavori svolti hanno evidenziato la necessità di fare chiarezza sul fatto che le fondazioni possano essere destinatarie delle agevolazioni. “I nostri uffici legislativi, per una serie di concatenazioni normative, ritengono che la legge sia scritta correttamente – ha rilevato Anselmi – Tuttavia, per la sua efficacia e comprensibilità, visto che sugli incentivi fiscali è bene non ci siano dubbi, specie per quanto riguarda gli aventi diritto, propongo di mettere mano in tempi strettissimi ad un nuovo testo di legge, che chiarisca tutto”.
A suo parere, nella sua stesura, si potrà cogliere l’occasione anche per mettere mano su altri aspetti, ad esempio l’estensione alle parrocchie della possibilità di avvalersi degli incentivi.
Nel parere sul regolamento, la commissione invita la giunta a chiarire che la garanzia dell’agevolazione scatta nel momento in cui giunge la relativa comunicazione della Giunta stessa. La Giunta dovrà inoltre valutare se pubblicare un elenco, contenente le erogazioni fatte l’anno precedente, i soggetti beneficiari ed i destinatari delle agevolazioni. Un punto, questo, particolarmente caro al consigliere Marco Casucci (Lega Nord). Dovrà comunque essere garantito l’anonimato di coloro che non vogliono comunicare il proprio nominativo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.