Quantcast

Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Ex Esso, serrata in tutte le pompe della Toscana

Serrata di tutte le pompe di benzina ex Esso della Toscana, dell’Umbria, delle Marche e dell’Abruzzo per protestare contro Petroliera Adriatica, società subentrata nella proprietà degli impianti alla Esso italiana srl, accusata di rifiutarsi di applicare l’accordo economico e normativo vigente e di applicare condizioni unilaterali peggiorative ai gestori della rete degli impianti.

La protesta – indetta da Faib, Fegica e Figisc – è iniziata alle 19 di ieri (24 luglio) e proseguirà fino alle 7 di domani. La Regione Toscana ha accolto i rappresentanti dei gestori (tra i quali  Andrea Stefanelli, presidente regionale Faib Confesercenti e Marino Milighetti, presidente regionale Figisc Confcommercio) e l’assessore regionale alle attività produttive Stefano Ciuoffo ha fatto con loro il punto della situazione.
“Siamo davanti ad una situazione insopportabile – ha detto Ciuoffo – dove questa categoria subisce un vero e proprio ricatto e vede la disapplicazione dei contratti nazionali e il tentativo, a volte riuscito, di contrattazioni individuali. Sostanzialmente siamo davanti ad una messa a rischio del sistema, che la Regione condanna dato che quello che a noi interessa è, da una parte la tutela di chi lavora, che deve veder riconosciuto il proprio lavoro, dall’altra il rischio che questo comporti un progressivo decadimento, delle condizioni di lavoro così come di quelle di sicurezza”. “La Regione – ha aggiunto l’assessore – può tentare di aiutare i gestori sollecitando chi ne ha competenza per far in modo questa situazione si sblocchi. Abbiamo più volte  sollecitato il Mise, lo solleciteremo ancora. Il ministero ha contattato Petrolifera Adriataica, ma mi risulta che gli incontri siano stati abbastanza dilazionati nel tempo. Ho il ragionevole dubbio che sia una tecnica dilatoria per sfuggire ad un percorso che altre categorie hanno rispettato”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.