Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Didacta, ecco l’accordo per l’apprendimento permanente

Un accordo per facilitare e promuovere l’apprendimento permanente. E’ quello che è stato firmato oggi nell’ambito di Didacta da Regione Toscana, Agenzia regionale toscana per l’impiego (Arti), Anci Toscana, Ufficio scolastico regionale, Rete toscana dei Centri provinciali per l’istruzione degli adulti (Cpia) e parti sociali. “Con questo accordo – ha detto l’assessore regionale alla formazione e istruzione Cristina Grieco – si sottolinea che la conoscenza è un valore e vi si può attingere a qualunque età e ciascuno con i mezzi e le possibilità ha a disposizione. La Toscana in questo senso mette un primo mattoncino sul tema della individuazione, validazione e certificazione delle competenze conseguite in campo formale e non formale, stabilendo chi deve fare che cosa è fornendo linee riconoscibili alla cittadinanza. Abbiamo deciso di sottoscrivere questo accordo proprio a Didacta, dove si parla di formazione, istruzione, innovazione e lavoro, perché sono questi mondi che devono essere sempre più collegati e la Toscana sta lavorando perché siano sempre più permeati”.

L’assessore ha poi ricordato che “Dobbiamo insegnare a considerare il proprio percorso di formazione come un patrimonio che va mantenuto, accresciuto, curato – ha proseguito Grieco – ma servirebbe a poco se non venisse riconosciuto. Nell’ottica dell’attivazione per ottenere i giusti benefici e affrontare le fasi di transizione questo passaggio, il riconoscimento nel mondo del lavoro è indispensabile”. L’accordo individua tre ambiti di attività integrata: il sistema regionale di individuazione, valutazione e certificazione delle competenze; gli interventi coordinati per intercettare la popolazione; l’istruzione la formazione per gli adulti.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.