Quantcast

Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

In Regione incontro sul futuro della nautica

“È stato convocato per il 27 novembre un incontro con il presidente della Regione Toscana per discutere dello sviluppo e la valorizzazione della nautica Toscana. In quell’occasione, così come avevamo concordato, verrà presentato il documento prodotto da Navigo riguardo l’analisi ed piano di sviluppo per il settore nautico”. Ad annunciarlo è il segretario regionale della Fiom Massimo Braccini che chiede una revisione comleta della filiera per il rilancio del settore.

“Riteniamo importante – spiega Braccini – che si inizi a discutere ed a confrontarsi sulla situazione della nautica in Toscana alla presenza anche di tutte le associazioni imprenditoriali, in modo da provare a definire delle linee di indirizzo generale ed un protocollo d’intesa riguardo il modello di sviluppo, il sistema degli appalti, la mancanza di professionalità, le condizioni e la sicurezza nei luoghi di lavoro. Come Fiom Toscana abbiamo da mesi aperto una vertenza sulla nautica perché pensiamo che vada ripensato l’intero sistema produttivo”.
“Riteniamo che vi sia la necessità di un rinnovamento nell’organizzazione della filiera produttiva della nautica – prosegue Braccini – contribuire a dare sostegno all’innovazione, discutere della portualitá, del refitting, analizzare l’utilizzo delle aree demaniali, ottimizzazione dei processi produttivi, aggiornamenti tecnologici, capire come si configura la nautica Toscana all’interno del mediterraneo, quali possibili scenari di mercato, come favorire la creazione di reti tra imprese, come si collega nautica a turismo, la valorizzazione dei lavoratori, la formazione professionale, il rispetto dell’applicazione delle norme contrattuali, applicazione dei contratti firmati da sindacati rappresentativi e ragionare sulla possibilità di definire contrattazioni di filiera”.
“Crediamo – conclude il rappresentante sindacale – che l’apertura di un tavolo a questo livello, così come avevamo richiesto, sia indispensabile se vogliamo provare a creare le condizioni per un futuro economicamente e socialmente sostenibile del settore”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.