Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Ciuoffo: “Turismo, sbloccati fondi e progetti per la Toscana”

L'assessore regionale plaude al "nuovo corso" del governo con il ministro Franceschini

C’è una nuova attenzione nei confronti del turismo in questo nuovo governo, che grazie al lavoro impostato dal ministro Dario Franceschini e del sottosegretario Lorenza Bonaccorsi non ha fatto risentire al settore i ritardi o le problematiche dovute al ritorno di questa delega sotto ai beni culturali”.

Così l’assessore alle attività produttive, commercio e turismo della Regione Toscana Stefano Ciuoffo commenta il bilancio dei primi tre mesi di attività del governo in materia di turismo. “Sono anzi tangibili  i frutti di questo lavoro – prosegue – come lo sblocco di progetti e fondi che erano fermi da due anni, in sostanza da quando lo stesso Dario Franceschini aveva lasciato il dicastero di via del Collegio Romano, e per questo quindi ringrazio il ministro e il sottosegretario per l’impegno profuso fin dal primo giorno di insediamento e come Toscana offriamo piena collaborazione, come sempre avvenuto in questi anni anche con il precedente ministro, perché crediamo che sul turismo occorra crederci come sistema paese e non lasciare il settore a attenzioni residuali dell’azione amministrativa: è parte integrante della nostra economia e le potenzialità vanno tutte sfruttate”.

“Tra le questioni risolte cui siamo particolarmente interessati come Toscana – chiarisce l’assessore – c’è lo sblocco dei fondi Cipe per i cammini religiosi e la via Francigena, per complessivi 40 milioni di euro che saranno destinati a 11 regioni coinvolte per la Francigena, e a 5 per i cammini religiosi che per la nostra Regione corrispondono a circa 6,4 milioni di euro per la via Francigena, I cammini di Francesco, e il tratto toscano di collegamento alla Lauretana. Risorse che andranno a finanziare gli interventi di adeguamento e messa in sicurezza dei tracciati che erano attesi da tempo dai vari territori per potenziare un turismo sostenibile”. La cifra esatta destinata alla Francigena è di 4,15 milioni di euro, mentre 2 milioni andranno alle tre vie di Francesco, e 300mila euro al collegamento con la via Lauretana da Siena verso l’Umbria.

“Il sottosegretario Bonaccorsi – sottolinea Ciuoffo – ha anche annunciato lo sblocco dei 50 milioni di euro stanziati nel 2018 dal Piano per il turismo appositamente dedicati a progetti dei comuni italiani, ma rimasti fermi tra cambi di governo e passaggi di competenze. Importante anche la norma prevista nella legge di stabilità, che prevede che il ‘bonus facciate’ sia accessibile anche dalle strutture alberghiere: gli hotel che ristruttureranno le proprie facciate potranno quindi godere di una detrazione fiscale del 90%. Il tema del sostegno alla riqualificazione delle strutture ricettive lo sostengo da tempo e quindi non posso che essere soddisfatto anche perché permette di rimettere in moto il settore dell’edilizia che è in profonda difficoltà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.