Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Tamponi drive through, oltre 15mila già effettuati in provincia di Lucca

I dati della Asl Toscana Nord Ovest: ecco come accedere al test e ricevere i risultati

In circa sei mesi sono stati oltre 52mila i tamponi effettuati in modalità drive through dell’azienda Usl Toscana nord ovest grazie agli sforzi del dipartimento di Pprevenzione e di tutto il personale sia sanitario che amministrativo impegnato.

In particolare ne sono stati assicurati 8436 nell’ambito Versilia e 6696 nell’ambito di Lucca. 

L’introduzione della innovativa modalità di esecuzione del tampone ha permesso in questi mesi di velocizzare le procedure e ridurre il contatto tra operatore e cittadino ottimizzando, al contempo, l’utilizzo dei dispositivi di protezione.

Alle postazioni “drive through” occorre recarsi in auto e il tampone viene effettuato ai richiedenti senza che questi debbano scendere dall’auto. Il personale sanitario, infatti, farà il prelievo da naso e gola attraverso i finestrini.

Una volta effettuato il tampone, non è previsto l’invio a casa o il rilascio tramite sportello del referto, l’esito sarà consultabile esclusivamente in tre modi: tramite il fascicolo sanitario elettronico, ovvero la raccolta on line di tutte le informazioni sanitarie che riguardano la vita dei cittadini. Si accede tramite i consueti canali (Totem PuntoSì, app Smart Sst, oppure sito http://fascicolosanitario.regione.toscana.it/) autenticandosi con la carta sanitaria elettronica o con le credenziali Spid); attraverso il nuovo portale web della Regione Toscana, Referti Covid da cui è possibile scaricare i propri referti relativi ai soli test o tamponi. L’accesso, dopo essersi registrati, è con identificativo, password e un Otp che sarà ricevuta via sms; rivolgendosi al medico di famiglia e autorizzandolo a consultare il proprio fascicolo sanitario elettronico.

Ai drive trough non è prevista la possibilità di accedere direttamente. È inutile quindi presentarsi senza prenotazione, le provette dei tamponi arrivano al personale già con il nominativo dell’utente che dovrà sottoporsi al test; prenotare in autonomia la prestazione. I tamponi, in considerazione della grande quantità di prestazioni necessarie per la tutela della salute pubblica, possono essere richiesti esclusivamente dai medici di famiglia o della prevenzione in presenza di particolari condizioni legate a sintomi o situazioni di rischio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.