Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Furto in una gioielleria sul Ponte Vecchio, bottino per oltre 10mila euro

Il ladro finisce ai domiciliari dopo le indagini dei carabinieri

Furto di gioielli per oltre 10mila euro ai danni di una gioielleria di Ponte Vecchio. Un uomo di origine peruviana è stato arrestato dai carabinieri della stazione Uffizi.

Nel pomeriggio del 2 ottobre scorso l’uomo, entrato in una gioielleria di Ponte Vecchio con la scusa di voler acquistare degli orecchini con diamanti, ha chiesto alla commessa di poter visionare i diversi modelli disponibili. Mentre la donna si è voltata di spalle per prelevare ulteriori modelli dalla vetrina del negozio, l’uomo, con un’azione repentina, si è impossessato di due stand portagioie contenenti 14 coppie di orecchini a cipollina in oro giallo e bianco con diamante incastonato, del valore complessivo di circa 10mila euro, dileguandosi in direzione Por Santa Maria.

Ricevuto l’allarme i militari hanno subito avviato le indagini: formalizzata la denuncia di furto nella quale la commessa ha fornito anche una dettagliata descrizione dell’uomo, i carabinieri con il supporto della sezione investigazioni scientifiche del comando provinciale di Firenze, hanno eseguito un accurato sopralluogo all’interno della gioielleria, per la ricerca di tracce utili alla indagini, e acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza della gioielleria e delle telecamere urbane del Comune di Firenze. Questo ha permesso di accertare il percorso effettuato dal malvivente a seguito del furto e di appurare che lo stesso, giunto a piedi fino a via Santa Caterina da Siena, nei pressi di piazza Stazione, era fuggito a bordo di uno scooter del quale era possibile scorgere la targa.

Gli accertamenti successivi hanno poi permesso di provare che l’autore del furto era un 29enne di origine peruviana residente a Firenze ma domiciliato a Sesto Fiorentino. Lo stesso infatti, durante la perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso degli stessi indumenti del giorno del furto nonché della somma in contanti di oltre 5mila euro, verosimile provento della ricettazione della refurtiva, il tutto posto sotto sequestro. Nessuna traccia, invece, dei monili in oro asportati sebbene i militari abbiano, nell’immediato, controllato i negozi di compro oro della zona, effettuando anche perquisizioni in due gioiellerie dal centro, sospettate di aver contatti con il malvivente.

Sulla base delle risultanze acquisite, l’uomo è stato arrestato per furto aggravato, in esecuzione di un’ordinanza di cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip Fabio Frangini su richiesta del pm Christine Von Borries.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.