Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Mercanti, Puppa e Fantozzi nelle nuove commissioni consiliari della Regione

L'ex assessore comunale è vicepresidente della Bilancio

Si sono insediate stamani (12 novembre) in Consiglio regionale le Commissioni Consiliari.

La prima commissione, Affari istituzionali, programmazione e bilancio, è composta di otto membri, cinque di maggioranza e tre di opposizione. Per la maggioranza ci sono Giacomo Bugliani (Pd), Valentina Mercanti (Pd), Gianni Anselmi (Pd), Massimiliano Pescini (Pd), Stefano Scaramelli (Iv); per la minoranza Francesco Torselli (FdI), Marco Casucci (Lega), Elisa Tozzi (Lega).

Giacomo Bugliani è stato eletto presidente, Elisa Tozzi vicepresidente, Valentina Mercanti vicepresidente segretario, con voto favorevole all’unanimità di tutti i componenti. Per l’elezione serviva, alla prima votazione, una maggioranza dei tre quinti dei membri.

“Stamani mattina si sono insediate le commissioni consiliari. Io farò parte sia della prima commissione (Bilancio) di cui sono stata eletta vicepresidente segretario – annuncia Valentina Mercanti con un post su Facebook -, sia della Commissione politiche europee e relazioni internazionali, due settori importanti e strategici, soprattutto in un momento come questo. Una responsabilità che mi sento tutta sulle spalle. Con serietà cercherò di essere non solo un riferimento ma di avvicinare la Regione al nostro territorio. Su questa pagina scriverò sempre tutte le novità dalla regione e dal governo, cercando di mantenere rapporti e relazioni vive. Ho sempre odiato quelli che si fanno vedere solo in campagna elettorale – conclude – io mi impegnerò al massimo per non essere mai così!“.

La prima commissione ha, nel dettaglio, competenza sulle seguenti materie: affari istituzionali generali, ordinamento degli uffici e personale, autonomie locali, enti dipendenti, disciplina generale degli organismi istituzionali del Consiglio, disciplina generale delle nomine e partecipazioni regionali, programmazione, bilancio, finanze e tributi, demanio e patrimonio.

La seconda commissione, sviluppo economico e rurale, è composta di nove membri, cinque di maggioranza e quattro di opposizione. Per la maggioranza Ilaria Bugetti (Pd), Mario Puppa (Pd), Marco Niccolai (Pd), Andrea Pieroni (Pd), Anna Paris (Pd); per la minoranza Irene Galletti (M5S), Vittorio Fantozzi (FdI), Marco Stella (Fi), Elena Meini (Lega).

Ilaria Bugetti è stata eletta presidente, Vittorio Fantozzi vicepresidente, Mario Puppa vicepresidente segretario, con otto voti favorevoli su nove. Contraria si è dichiarata Irene Galletti, che ha motivato il suo voto sfavorevole: “A causa della modalità scelta per la composizione delle commissioni e non contro la collega Bugetti”.

Galletti, augurando in bocca al lupo alla presidente e a tutti i commissari, ha sottolineato che: “In passato, pur da posizioni diverse, abbiamo sempre trovato un punto di accordo. Mi auguro continuerà così con la collaborazione tutti”.

La seconda commissione ha competenza sulle seguenti materie: sviluppo rurale, agricoltura e agriturismo, zootecnia, prodotti agroalimentari, foreste, demanio e patrimonio agricolo-forestale, attività faunistico venatoria, pesca e acquacoltura, imprenditoria, sistema cooperativo, artigianato, commercio, industria, turismo, cave e torbiere, acque minerali e termali, politiche del lavoro e dell’occupazione, cooperazione dello sviluppo, energia, bonifica ed irrigazione.

In Terza commissione, Sanità e politiche sociali, i membri saranno otto: cinque consiglieri di maggioranza e tre di opposizione. Per la maggioranza: Enrico Sostegni (Pd), Andrea Vannucci (Pd), Vincenzo Ceccarelli (Pd), Federica Fratoni (Pd), Donatella Spadi (Pd); per la minoranza: Diego Petrucci (FdI), Giovanni Galli (Lega), Andrea Ulmi (Lega).

La Quarta commissione, Territorio, Ambiente, Mobilità, Infrastrutture, sarà composta da sette membri: quattro di maggioranza e tre di opposizione. Per la maggioranza: Lucia De Robertis (Pd), Cristiano Benucci (Pd), Francesco Gazzetti (Pd), Fausto Merlotti (Pd); per la minoranza: Alessandro Capecchi (FdI), Marco Landi (Lega), Elisa Montemagni (Lega).

Il presidente della Quarta commissione sarà De Robertis, vicepresidente Capecchi, vicepresidente segretario Benucci, eletti con voto unanime.

In quinta commissione, Istruzione, formazione, beni e attività culturali, i componenti saranno sette: quattro per la maggioranza e tre per l’opposizione. Per la maggioranza: Cristina Giachi (Pd), Jacopo Melio (Pd), Elena Rosignoli (Pd), Maurizio Sguanci (Iv); per la minoranza: Gabriele Veneri (FdI), Luciana Bartolini (Lega), Silvia Noferi (M5S).

La presidenza della Quinta commissione andrà a Cristina Giachi, che sarà coadiuvata da Bartolini vicepresidente e da Sguanci vicepresidente segretario.

Insediata anche la commissione per le Politiche europee e le relazioni internazionali. Il presidente sarà il consigliere del Partito democratico, Francesco Gazzetti; vicepresidente Giovanni Galli (Lega), vicepresidente segretaria Anna Paris (Pd). Anche in questa commissione il voto è stato unanime.

La commissione sarà composta da dieci membri, sei di maggioranza e quattro di opposizione. Per la maggioranza, ne faranno parte Francesco Gazzetti, Anna Paris, Vincenzo Ceccarelli, Valentina Mercanti, Massimiliano Pescini e Andrea Vannucci (tutti del Partito democratico); per le minoranze, Irene Galletti (Movimento cinque stelle), Gabriele Veneri (Fratelli d’Italia) Giovanni Galli (Lega) e Marco Stella (Forza Italia).

Sarà Alessandro Capecchi (Fratelli d’Italia) il presidente della commissione di Controllo. Il consigliere è stato eletto con voto unanime nella seduta di insediamento, nella quale sono stati eletti anche il vicepresidente, Andrea Pieroni (Pd) e il vicepresidente segretario, Silvia Noferi (Movimento 5 stelle).

La commissione di Controllo sarà composta da dieci membri, sei di maggioranza e quattro di opposizione. Per la maggioranza, ne faranno parte Andrea Pieroni, Cristiano Benucci, Fausto Merlotti, Elena Rossignoli, Donatella Spadi (tutti del Pd); Maurizio Sguanci (Italia viva); per le minoranze, Silvia Noferi (Movimento cinque stelle), Alessandro Capecchi (Fratelli d’Italia), Elisa Tozzi ed Elena Meini (Lega). La commissione è chiamata ad occuparsi dello stato di attuazione delle politiche regionali; della coerenza degli atti con la programmazione; ha funzioni referenti sui rendiconti di Giunta e Consiglio ed è chiamata alla vigilanza sulla gestione del patrimonio regionale e degli enti regionali.

Andiamo a ricoprire ruoli importanti che accreditano Fratelli d’Italia per quello che è, ossia la terza forza politica in Regione Toscana, la terza forza per rappresentanza istituzionale nell’aula del Consiglio regionale. Non sono ruoli che servono a gratificare le persone, ma ruoli che servono a strutturare la nostra azione politica. La nostra sarà un’opposizione seria e responsabile ma dura e senza sconti” dichiarano Francesco Torselli, Vittorio Fantozzi, Diego Petrucci, Alessandro Capecchi e Gabriele Veneri.

“Ringrazio per la fiducia tutti i colleghi consiglieri, con particolare stima verso il gruppo di Fratelli d’Italia ed il nostro Capogruppo Francesco Torselli, con un pensiero al presidente Giorgia Meloni che potremo finalmente coadiuvare nella comune azione politica – aggiunge il consigliere Vittorio Fantozzi -. Sono onorato del ruolo che mi è stato affidato, lo svolgerò con alto senso di responsabilità. Lavorerò affinché le decisioni prese siano rapide, sinergiche ed efficaci. Il mondo produttivo, le categorie economiche, le imprese, le varie attività toscane aspettano da noi decisioni importanti per il loro futuro. Vanno sostenute attività e imprese affinché siano pronte a intercettare la ripresa economica”.

“Mi sento profondamente responsabilizzato nel ricoprire questo ruolo che porta Lucca e la sua provincia al centro delle politiche di sviluppo regionali – conclude Fantozzi -. Per attraversare insieme la tragedia del Covid e prepararsi al dopo che verrà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.