Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

In distribuzione altre 50mila dosi di vaccino antinfluenzale

Sono prenotabili già da domani (4 dicembre) dai medici di famiglia

In distribuzione altre 50mila dosi di vaccino antinfluenzale, che potranno essere prenotate dai medici e pediatri di famiglia già da domani (4 dicembre).

La Regione, che si è preparata per tempo alla vaccinazione antinfluenzale provvedendo agli acquisti già a giugno, ha seguito con la massima attenzione l’approvvigionamento delle dosi necessarie per una campagna vaccinale che in Toscana non ha precedenti.

Se si considera che l’obiettivo dato dal ministero della salute era di vaccinare almeno il 75% delle categorie a rischio, che in Toscana è stimabile in 1 milione circa di persone, l’obiettivo è stato ampiamente raggiunto e superato. A oggi Estar (Ente per il supporto tecnico amministrativo regionale) ha già erogato, infatti, oltre 1.208.050 dosi di vaccino antinfluenzale (oltre 450mila in più rispetto al 2019). Tramite bando di gara ne erano state ordinate in tutto 1.468.050 dosi, per la copertura vaccinale più ampia possibile anche oltre gli obiettivi indicati dal ministero della Sslute. Purtroppo a causa di alcune mancate forniture si è verificata un’improvvisa carenza, di fronte alla quale la Regione si è subito attivata per recuperare nuove dosi di vaccino.

Le 50mila dosi già arrivate, che i medici possono prenotare da domani, rappresentano un primo risultato di questo impegno, ma lo sforzo della Regione per assicurare a tutte le categorie a rischio la vaccinazione antinfluenzale prosegue e sono previste ulteriori consegne nei prossimi giorni.

Si ricorda che la vaccinazione antinfluenzale può proseguire per tutto il mese di dicembre e che queste ulteriori dosi dovranno essere indirizzate in modo prioritario a cittadini con età maggiore di 65 anni o appartenenti a una delle categorie a rischio elencate nella    circolare del ministero della salute (la numero 19214 del 4 giugno 2020) che detta le regole per la vaccinazione. Rimane ovviamente insindacabile il giudizio del medico curante se e chi sottoporre a vaccinazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.