Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Inganna i pompieri, si fa aprire la porta di casa della ex e finisce in manette

L'uomo aveva convinto i vigili del fuoco dicendo di essere preoccupato per il figlio che non rispondeva al cellulare

Inganna i pompieri, si fa aprire la porta di casa dell’ex e finisce in manette. Il fatto è accaduto ieri (4 gennaio) nella zona dell’Isolotto, a Firenze.

Ha chiamato i vigili del fuoco, mostrando una vecchia carta di identità che riportava la sua vecchia residenza, e li ha convinti a farsi aprire la porta di casa affermando di essere preoccupato perchè il figlio non gli rispondeva al cellulare.  In realtà l’uomo era divorziato, e la ex moglie aveva cambiato la serratura

Una volta all’interno, nonostante le rimostranze della donna e il repentino intervento dei militari dell’Arma, l’uomo si è rifiutato categoricamente di lasciare l’appartamento, violando così le disposizioni del giudice civile che hanno affidato l’immobile in via esclusiva alla ex moglie ed al figlio minorenne.

L’uomo è stato quindi arrestato e condotto in caserma a Legnaia in attesa della celebrazione del rito direttissimo di convalida dell’arresto al tribunale di Firenze, al termine del quale gli è stato applicato il divieto di avvicinamento alla ex moglie ed all’abitazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.