Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Fantozzi e Veneri (Fdi): “Bene sostegno alla filiera corta toscana”

Approvata la mozione in consiglio regionale

“Il Consiglio regionale ha approvato la mozione di Fratelli d’Italia che impegna la Regione a sollecitare il Governo a prevedere ulteriori forme di sostegno per un settore tanto vasto quanto centrale per l’economia territoriale che più di altro ha sofferto della pandemia” annuncia il Consigliere regionale Vittorio Fantozzi, firmatario assieme a Gabriele Veneri, Francesco Torselli e Alessandro Capecchi.

“Mi sono fatto interprete del grido del disperato grido d’allarme delle oltre 17mila imprese toscane attive nel tessile, abbigliamento e calzature, in gran parte artigiane, che già lo scorso maggio perdevano il 40% di fatturato e vedevano le esportazioni ridotte del 35%. Il settore moda – ha aggiunto Fantozzi – . E’ una eccellenza dell’artigianato regionale e nazionale, che garantisce occupazione a migliaia di lavoratori in modo diretto e indiretto, ed è connesso ad altri settori produttivi. La moda è una “vittima” dimenticata, nonostante gli imprenditori abbiano investito per allinearsi alle norme, trovandosi poi costretti a fermare la loro attività”.

“Se viene danneggiato l’intero settore della vendita al dettaglio, anche la produzione artigianale e industriale frena. La moda in Toscana è la nostra eccellenza. Sapienti artigiani, con cultura tramandata da secoli, creano manufatti che in questo momento non trovano sbocchi commerciali –dichiara il Consigliere regionale, Gabriele Veneri- I nostri distretti moda stanno vivendo un momento di difficoltà mai vista in precedenza, penso al distretto orafo, tessile, calzaturiero, conciario. I loro prodotti sono fermi nei magazzini, sono legati a le stagioni e al loro stile che una volta passato li rende invendibili”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.