Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Vetture di sospetta provenienza, scatta il sequestro

Operazione della Polstrada in un’autorivendita della provincia di Firenze

La Polstrada di Firenze, ieri (11 febbraio) ha sequestrato, in un’autorivendita della provincia, due vetture di sospetta provenienza furtiva del valore commerciale complessivo stimato intorno ai 50mila euro.

Secondo quanto accertato dagli agenti, ad entrambi i veicoli erano stati completamente ribattuti i numeri di telaio per camuffare la loro provenienza illecita. I mezzi inoltre sarebbero risultati apparentemente immatricolati all’estero e successivamente ritargati nel nostro Paese.

Gli specialisti della Polstrada utilizzando specifiche strumentazioni, dopo aver verificato come il numero di telaio stampato sui veicoli fosse stato in realtà contraffatto, hanno scoperto che le vetture non provenivano affatto dall’estero, sospettandone così la provenienza furtiva avvenuta altrove, prima della cosiddetta procedura di nazionalizzazione dei mezzi completata con la verosimile presentazione di documentazione alterata.

L’immatricolazione di un’auto estera è infatti la pratica necessaria per poter circolare in Italia con una vettura acquistata in un altro Paese, ricevendo la targa e il libretto di circolazione italiano e quindi nazionalizzando così l’auto.

Al momento è stato denunciato per ricettazione il titolare dell’autorivendita.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.