Le rubriche di Lucca in Diretta - in Regione

Fermato in autostrada e portato in carcere, era latitante

Aveva commesso un reato quando ancora era minorenne e su di lui pendeva una condanna

Arrestato in A1 dalla Polstrada, era latitante.

Gli agenti, ieri sera (22 febbraio) hanno fermato nell’area di servizio dell’A1 a Badia al Pino, un’autovettura con a bordo cinqiue persone, di cui una risultata poi essere colpita da ordine di carcerazione.

Erano circa le 21,30 quando la pattuglia della sottosezione di Battifolle ha intercettato una Bmw 318D, con targa rumena, su cui viaggiava un’intera famiglia, composta dal padre, madre e dai tre figli, di cui uno maggiorenne.

Non fornendo chiare indicazioni sullo scopo del viaggio e la presenza in Italia, per svolgere controlli più approfonditi, il gruppo familiare è stato accompagnato alla vicina sottosezione.

Attraverso attente verifiche sulle impronte digitali, rilevate alle persone maggiorenni, è stato appurato che il figlio maggiorenne, di soli 20 anni, era destinatario di un ordine di cattura emesso dalla procura per i minorenni di Roma per l’espiazione di 4 mesi di carcere e 120 euro di multa per un furto aggravato commesso a Roma nel novembre 2015.

Il ragazzo, che aveva commesso il reato quando era ancora minorenne, è stato, perciò, condotto al carcere minorile di Firenze, per scontare la pena.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.