Quantcast

Le rubriche di Lucca in Diretta - Life&People

Pic-nic, cinema e musica sul fiume: gli Albogatti si preparano all’estate foto

La fattoria urbana degli Albogatti dal 2010 mette a disposizione orti sociali e progetti di educazione ambientale

A 4 chilometri dal centro di Lucca, vicino a Ponte San Pietro, all’interno del parco fluviale del Serchio, sulla riva sinistra, nel fabbricato della ex colonia solare di Nave, circondata da ampi spazi verdi e da un grande orto-frutteto: la Fattoria Albogatti è un’associazione di promozione sociale in attività ormai dal 2010 che nell’ultimo periodo è diventata sempre più frequentata. La struttura è del Comune e dall’essere in una zona trascurata e lasciata a sé stessa è stata recuperata e riqualificata così come l’intero territorio circostante.

La Fattoria urbana degli Albogatti è un laboratorio di idee e iniziative tese a coniugare i saperi della campagna e della tradizione con quelli della città e del progresso, per creare opportunità di crescita culturale per tutti. Il grande orto – frutteto progettato secondo i principi dell’accessibilità universale è il cuore pulsante e l’anima agricola della fattoria che intende rinnovare in una veste moderna il legame tra la città di Lucca, la sua campagna e il suo fiume. L’intero complesso è sede di iniziative culturali, corsi, incontri ed escursioni guidate.

L’obiettivo dell’associazione è quello di richiamare la centralità dei temi ecologici, per promuovere, riscoprire, valorizzare e conservare la biodiversità del territorio e il recupero di un rapporto costruttivo con la natura, con l’ambiente e con la cultura tradizionale contadina in direzione di uno sviluppo sociale sostenibile. Tutto questo anche grazie all’opportunità di coinvolgere e creare collegamenti con enti, aziende private, scuole di ogni ordine e grado, associazioni e con tutti coloro che a diversi livelli siano interessati a sostenere e ad alimentare le attività proposte dalla Fattoria rubana rendendole sempre più visibili.

Con 8000 metri quadrati e 100 lotti a disposizione Albogatti aderisce a Centomila orti in Toscana, progetto promosso in collaborazione con Caritas diocesana per incentivare momenti di socializzazione, d’informazione e di recupero di conoscenze connesse alla ruralità e alla sensibilità ambientale. Ogni anno i cittadini lucchesi possono richiedere uno spazio di 50 metri quadri circa su cui coltivare ortaggi, erbe aromatiche o fiori, con l’incentivo, ove possibile, di puntare sulle specie autoctone tipiche dell’agricoltura domestica mediterranea ed in particolare di quella toscana e lucchese. Un modo per sfruttare l’orticoltura come strumento per costruire e rafforzare dei legami sociali, capace di creare uno spazio di condivisione, di incontro e di dialogo grazie al suo valore trasversale che riesce ad unire culture e generazioni diverse.

Per investire in un’educazione ambientale Albogatti apre le porte alle scuole e ai bambini/ragazzi in età scolare che possono utilizzare gli spazi esterni e l’orto come un’aula didattica ricca di stimoli e di opportunità. I laboratori scelti ruotano intorno agli argomenti tipici divulgati dalla Fattoria Urbana: i prodotti dell’orto, un viaggio alla scoperta della stagionalità degli alimenti e del loro utilizzo in cucina; la scoperta dell’ambiente fluviale, dalla riva al bosco ripario; l’arte della tessitura e l’allevamento del baco da seta. Esperienze che, tramite la conoscenza ed il rispetto per l’ambiente, favoriscano l’assunzione di comportamenti consapevoli per la tutela della biodiversità naturale e per salvaguardare la nostra vita e la nostra sicurezza alimentare.

Sempre ai più piccoli sono rivolte le Settimane verdi: un campus nella natura subito dopo la fine della scuola dedicato ai bambini dai 6 ai 10 anni per divertirsi scoprendo le bellezze del parco fluviale del Serchio con attività mirate al rispetto dell’ambiente. Ma anche laboratori ludico-creativi e gioco musica con Lol – Laboratorio orchestrale lucchese.

Grande vantaggio è la possibilità di noleggiare biciclette, che avviene grazie alla collaborazione con Pedala, la riciclofficina della cooperativa sociale Nanina, la quale dà modo di effettuare anche piccole riparazioni in loco. Il noleggio è sempre aperto in concomitanza con l’apertura del punto ristoro o su prenotazione.

Il punto ristoro è aperto da aprile a settembre, l’Albobar, dove è possibile sedersi e rilassarsi gustando un piccolo spuntino, e trattenersi anche a cena nei weekend estivi.

Ultima novità introdotta per adattarsi alle imposizioni dovute alla situazione pandemica è la possibilità di prenotare anche un pic nic  e poi decidere dove fermarsi per gustarlo. In base alle disponibilità di spazio, sono a disposizione un’area attrezzata con barbecue, tavoli, gazebo ed una vasta zona verde dove potersi sdraiare.

Con l’arrivo della bella stagione verrà allestito un palcoscenico per offrire musica, cinema, reading e divulgazione scientifica, un connubio di spettacolo e di attenzione ai talenti locali. Nei mesi di luglio e agosto vengono realizzate le rassegne Spettacolo a cielo aperto dedicata prevalentemente alla musica e Uno spettacolo immenso per scoprire la natura accompagnati da esperti e scienziati. E ancora film, documentari e letture su tematiche legate all’ambiente e alla salvaguardia della biodiversità.

Inoltre ogni anno nel mese di giugno alla Fattoria Albogatti si svolge il Festival del fiume, una serie di incontri, laboratori, musica, iniziative culturali, degustazioni, per la valorizzazione del parco fluviale e per vivere lo scenario del Serchio come insieme coinvolgente di paesaggio, conoscenza, creatività, ricerca, storia e società. Un’occasione per fare festa al Serchio e per abitare Lucca, a partire dalle sponde del fiume.

Siglinde Tofanelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.