Quantcast

Le rubriche di Lucca in Diretta - PMInforma

Tutela e promozione del settore, nasce Conflavoro Pmi Parrucchieri

All'altopascese Luca Piattelli la guida della neonata sezione dell'associazione di categoria

Il mondo dell’acconciatura si arricchisce di un nuovo organismo a tutela e promozione del settore. Si tratta di Conflavoro Pmi Parrucchieri, sezione merceologica della confederazione nazionale piccole e medie imprese presieduta da Roberto Capobianco, anche lui tra i partecipanti ai lavori di insediamento del primo direttivo. La guida della neonata sezione, costituita ieri (18 ottobre) a Roma, è stata affidata a Luca Piattelli, altopascese, titolare dell’omonimo salone in Toscana e tra gli hair stylist e imprenditori del fashion più quotati a livello internazionale.

Il direttivo nazionale, oltre dal presidente Piattelli, è composto da Alberta Balestra e Morena Rossi dall’Emilia Romagna, Roberto Troncone, Davide Persico e Luigi Donnarumma dalla Campania, Gabrio Giunti ed Egidio Borrì dalla Toscana. Grande e costante impegno di Conflavoro Pmi Parrucchieri sarà migliorare la qualità della vita della categoria e rilanciare il settore dopo due anni di estrema difficoltà.

“Lavoreremo a stretto contatto coi colleghi di tutta Italia, che rappresenteremo in ogni territorio e coi quali ci confronteremo sotto ogni aspetto. C’è molto da fare – spiega Luca Piattelli – perché la categoria ha bisogno di un vero sostegno a partire dalla formazione professionale fino ad arrivare alle questioni legate all’area fiscale, sgravi e incentivi in primis. Particolare rilievo sarà dato alla necessità di sviluppare un maggior rapporto tra il mondo della scuola e dei tirocinanti con il lavoro pratico in salone. Le istanze degli acconciatori non sono state finora ascoltate dalle istituzioni né, spesso, sono state portate loro in maniera specifica. Conflavoro Pmi Parrucchieri nasce per questo e avrà l’obiettivo di articolare un’azione sindacale senza precedenti per il nostro settore”.

“L’ambizione è tanta – sottolinea Roberto Capobianco – e come Conflavoro Pmi abbiamo deciso di fare questo importante passo avanti, come già accaduto per altri settori, creando una sezione merceologica apposita poiché le questioni aperte riguardanti gli acconciatori iniziano a essere molteplici. I parrucchieri necessitano un’attenzione e una tutela maggiori e adesso avranno ancor più la vicinanza della nostra associazione per agevolare confronti con le istituzioni e formalizzare le proposte della categoria. Conflavoro Pmi Parrucchieri, che già conta alcuni tra i più noti acconciatori in Italia, diventerà una certezza cui potersi affidare per ogni evenienza. Il mio personale in bocca al lupo per questa nuova, importante realtà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.