Quantcast

Le rubriche di Lucca in Diretta - Viaggi

Calvi, la città della Corsica sospesa tra sogno e realtà

Più informazioni su

La Corsica è un’isola vicina geograficamente all’Italia, pur essendo una collettività territoriale francese con capoluogo ad Ajaccio.

I caratteristici paesaggi naturali, le spiagge, il mare cristallino ed un gran numero di monumenti, che ne testimoniano la storia ultrasecolare, hanno fatto sì che la Corsica fosse denominata l’isola della bellezza.

Meta scelta da quanti vogliono godere di qualche giorno di relax, immersi nella tranquillità della natura selvaggia, in alcuni tratti, ed incontaminata, circondati da borghi incastonati nelle rocce da cui è possibile meravigliarsi dinanzi ad un tramonto mozzafiato.

Visitare la Corsica significa, inoltre, poter assaporare i profumi tipici di una terra che sorprende e colpisce positivamente il visitatore.

Calvi, città della Corsica settentrionale

Calvi, tra i borghi e le città maggiormente scelte dai turisti come meta, è situata nella zona settentrionale della Corsica.

È possibile raggiungere la città di Calvi via mare, tramite una traversata di circa quattro ore, partendo dal porto di Savona o di Nizza.

Per ricevere tutte le informazioni sui traghetti per il porto di Calvi è sufficiente una connessione Internet ed un dispositivo come, ad esempio, smartphone oppure pc, per accedere ai siti delle compagnie che offrono tale servizio. La prenotazione del traghetto con destinazione a Calvi non richiede il possesso di particolari doti informatiche. Infatti, per concludere le operazioni di acquisto sarà necessario selezionare la data e l’ora preferita per la partenza ed indicare, ove necessario, i dati relativi all’eventuale veicolo da imbarcare.

Le origini della città di Calvi sono da ricercarsi nel periodo neolitico, durante il quale fu abitata dai Cervini, un popolo autoctono. Nel periodo romano, la città divenne uno dei punti di riferimento dell’intera isola. Tale importanza, però, le costò una serie di invasioni feroci ad opera dei Vandali e dei saraceni.

Calvi fu costruita dai Genovesi tra il 1483 ed il 1492. Sotto questo dominio, infatti, la città conobbe e visse un periodo di crescita e sviluppo florido ed importante diventando, appunto, una delle potenze più importanti del Mediterraneo.

Tale splendore interessò la Francia così tanto da conquistarla nel lontano 1786.

Cosa vedere a Calvi?

Tra le meraviglie della città vi sono le spiagge bianche caratterizzate da fondali bassi e facilmente raggiungibili, la vita culturale, la natura incontaminata e la bellezza delle acque color turchese.

Tali caratteristiche, infatti, hanno contribuito alla scelta di Calvi come meta turistica sin dagli inizi del Novecento. Ancora oggi, nonostante lo scorrere del tempo, la città di Calvi non perde il suo potere attrattivo ed è, infatti, tra le mete turistiche scelte per avvicinarsi e conoscere il mondo appartenente all’isola della Corsica.

La Cittadella è una parte della città situata su un promontorio roccioso ed è, si potrebbe affermare, un quartiere a sé stante.

Questa parte cittadina, conserva al suo interno la Cattedrale Saint – Jean – Baptiste, esempio dell’architettura barocca risalente al XIII secolo e ricostruita nel 1570.

Il porto della città, oltre ad essere punto di imbarco e sbarco per i traghetti, è un luogo da visitare al tramonto per poter immergersi nella bellezza e lasciarsi travolgere dallo stupore regalato da uno spettacolo naturale vista mare.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.