Quantcast

Le rubriche di Lucca in Diretta - Viaggi

Vivere a Dubai: Pro e Contro, Costo della Vita

Più informazioni su

Negli ultimi anni, sempre più persone scelgono di iniziare una nuova vita altrove, lontani dalla propria famiglia d’origine, da soli o con altre persone.

Vivere in un altro paese non è mai troppo semplice, è necessario avere il giusto spirito, molta audacia e forza di volontà per resistere ad ogni tipo di difficoltà e per trovare l’occasione migliore per vivere meglio.

Il trasferimento in un altro paese è una sfida personale, soprattutto quando ci si trasferisce in centri urbani molto grandi e completamente diversi da quello d’origine, come Dubai. Quest’ultimo, rappresenta una meta di vita per molti italiani che, ogni anno, scelgono di immergersi nella cultura e nella vita presente negli Emirati Arabi Uniti.

Vivere a Dubai ha pro e contro, come per qualsiasi altra città nel mondo, per questo motivo abbiamo scelto di elencare tutti i vantaggi e gli svantaggi in questo articolo e quanto costa la vita da cittadino, completamente differente da quella di un turista.

Vivere a Dubai: tutto quello che c’è da sapere

Preparare i bagagli e trasferirsi a Dubai è una decisione molto importante, che necessita di tanta riflessione: la capitale è definita come la città dei record, con un costo di vita molto elevato rispetto alla media europea, che offre numerosi vantaggi e svantaggi da prendere in considerazione durante la scelta.

I benefit e la qualità di vita rappresentano senza dubbi dei vantaggi a cui è possibile accedere se si decide di vivere in questa grande città e, al contrario, l’assicurazione medica privata può rappresentare un grande svantaggio per alcune persone.

Il lavoro

L’ingresso di un numero di stranieri sempre più grande, ha portato ad una leggera diminuzione degli stipendi e ad un tasso di occupazione molto più alto, per questo motivo risulta più difficile attualmente trovare lavoro. Attenzione, abbiamo detto difficile e non impossibile, perché il tasso di disoccupazione di Dubai è uno dei più bassi a livello mondiale.

Gli orari di lavoro possono essere lunghi e in alcuni casi anche stressanti, in compenso però, un lavoratore non paga alcuna tassa sullo stipendio ricevuto e le opportunità di business sono molto alte rispetto ad altri paesi.

La popolazione e la città

Al di fuori dell’ambito lavorativo, nei locali, gli abitanti del posto non si mescolano con gli espatriati e non c’è una grande opportunità di interagire con la popolazione d’origine. D’altro canto, però, Dubai è una città internazionale che accoglie cittadini da tutto il mondo e al suo interno sono presenti oltre 200 nazionalità. Ciò significa che, quasi il 90% degli abitanti, sono espatriati e non c’è problema a fare nuove conoscenze.

La popolazione di Dubai è principalmente musulmana, ma vi sono persone appartenenti anche ad altre fedi e praticano liberamente la loro religione. Ci sono moschee, chiese e templi diversi. Non esistono discriminazioni per motivi religiosi.

Il fumo e l’alcool sono piuttosto tollerati in questa città, a differenza di altri luoghi del Medio Oriente. È possibile guardare i canali televisivi occidentali, perché non sono censurati. Tuttavia, è necessario rispettare altre regole d’impronta islamica come il divieto di praticare sesso al di fuori del matrimonio, il divieto di baciarsi in luoghi pubblici e così via.

Quanto costa la vita a Dubai

Come tutti sappiamo, Dubai è considerata una delle città più costose del mondo, per questo motivo è meglio scegliere un luogo di lavoro che garantisce uno stipendio adeguato per sopravvivere che, in genere, è pari a 2.500 euro.

I costi degli affitti sono più alti rispetto agli anni passati e devono essere pagati in anticipo. Il sistema sanitario è molto costoso ma eccellente e anche l’istruzione è molto cara (anch’essa privata, ovviamente).

Il trasporto pubblico è molto conveniente e al tempo stesso efficiente, è possibile utilizzare bus, taxi e metropolitana per spostarsi all’interno della città. I taxi sono molto economici e sono disponibili in ogni angolo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.