Quantcast

Olio CBD, un valido rimedio per dire addio allo stress

Più informazioni su

Chi non ha mai avuto l’occasione di provare l’olio CBD dovrebbe rimediare per apprezzare in prima persona e toccare con mano i benefici che possono essere garantiti da questo prodotto. Si tratta, per esempio, di un aiuto decisamente valido per tutte le persone che hanno problemi di insonnia. Prestare attenzione alla qualità del sonno è molto importante, dal momento che essa influenza non solo le prestazioni mentali e la capacità di concentrazione, ma anche le performance fisiche e sportive e perfino la digestione. Di conseguenza, chi non può beneficiare di un sonno di qualità rischia di patire conseguenze al limite della frustrazione, se non addirittura invalidanti. Ecco perché conviene fare ricorso alle proprietà calmanti dell’olio CBD, che ha un effetto rilassante in virtù del quale favorisce il sonno senza che, il giorno successivo, si riscontrino degli effetti negativi. Il grande pregio di questo olio è rappresentato dal fatto che agisce unicamente in fase di induzione, mentre resta naturale la durata rimanente del sonno.

Una valida alternativa ai medicinali

Nel caso in cui si ritenga che i farmaci abbiano un effetto troppo pesante, quindi, può essere utile prendere in considerazione l’utilizzo dell’olio CBD. Lo stesso dicasi anche quando si tratta di provvedere alla cura delle infezioni della pelle, della psoriasi, dell’acne e di altri disturbi. Non è un caso che l’olio sia stato impiegato anche in qualità di additivo nel settore cosmetico, ottenendo un successo di pubblico più che notevole. Deve essere chiaro, però, che questo prodotto non può prendere il posto dei farmaci che vengono prescritti dai medici: più che altro va impiegato come coadiuvante. Per esempio, esso è indicato per contrastare l’ansia e lo stress, così da attenuare tutte le preoccupazioni che mettono a repentaglio il normale evolversi della routine quotidiana.

Dove si può comprare l’olio CBD

L’olio CBD è uno dei tanti prodotti che è possibile trovare nel catalogo di Theweedzard.com, uno degli e-commerce più noti e apprezzati nel settore della cannabis light. L’assortimento di proposte è davvero ampio e presenta addirittura prodotti per gli animali domestici, a dimostrazione di come gli effetti benefici del CBD possano riguardare non solo l’uomo. Ovviamente la vendita online è del tutto legale: meritano di essere provati sia l’olio CBD al 4% che quello al 30%, ma anche le soluzioni intermedie come l’olio CBD al 10% e l’olio CBD al 20%. In tutti i casi si tratta di prodotti naturali e certificati.

Come è fatto l’olio CBD

Per ottenere l’olio ad alto contenuto di CBD c’è bisogno delle infiorescenze di marijuana light, vale a dire la cannabis con una bassa concentrazione di THC. Che differenza c’è tra il THC e il CBD? Il primo è la sostanza che garantisce un effetto psicotropo: in sintesi, è il motivo per il quale la marijuana induce dipendenza. Proprio per questa ragione nel nostro Paese è prevista una soglia per la concentrazione di THC sia per le infiorescenze che vengono messe in vendita che per le piante di canapa che si possono coltivare. Al di sotto di tale limite, comunque, il THC non è pericoloso né dannoso. Per quanto riguarda il CBD, invece, si tratta del cannabidiolo, un elemento che in un certo senso è complementare rispetto al THC dal momento che lo bilancia. Si dice che il CBD sia in grado di curare la mente e abbia un effetto calmante e rilassante al tempo stesso, con risultati benefici contro la schizofrenia, la depressione, l’ansia, lo stress e l’insonnia.

L’olio CBD non è uno stupefacente

Vale la pena di precisare che l’olio CBD non è in alcun modo una sostanza stupefacente. Esso, però, è differente rispetto all’olio di canapa, che non contiene cannabinoidi in quanto viene ricavato dalla procedura di spremitura a freddo dei semi di cannabis. Nell’olio di canapa, comunque, sono presenti sostanze utili per il corpo umano, come le vitamine, le proteine e gli acidi grassi essenziali. In ambito culinario, l’olio di canapa può essere usato per condire le insalate, ma in ogni caso deve essere impiegato a freddo, dal momento che non è in grado di sostenere alte temperature. Resta sottinteso che l’olio CBD, al contrario, non è pensato per essere utilizzato in cucina.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.