Kme, si presentano le osservazioni contro il pirogassificatore

Iniziativa del Centro Rifiuti Zero a Capannori

Incontro per presentare le osservazioni al progetto del pirogassificatore Kme mercoledì prossimo (18 dicembre) a partire dalle 21.

L’appuntamento è fissato all’ufficio del centro ricerca rifiuti zero di Capannori, all’interno del parco scientifico di Segromigno in Monte.

“La Regione – spiega Rossano Ercolini – non dice che l’azienda aveva cannato nel definire impianto di recupero R1 il gassificatore soltanto perchè avrebbe rispettato la ‘formula della efficienza energetica’ che noi avevamo detto applicarsi solo al trattamento termico dei rifiuti solidi urbani configurando il pirogassificatore come impianto D10 e cioè di smaltimento rifiuti”.

“Il sottoscritto – prosegue -, firmando le osservazioni a nome di Zero Waste Italy e di Ambiente e Futuro per rifiuti zero l’aveva detto fin dal principio che ciò non si poteva applicare ai rifiuti industriali.

“Così è stato – prosegue – ora però, incredibilmente la Regione Toscana che dovrebbe neutralmente valutare il procedimento offre un assist ai limiti della normativa  (e forse valicandoli) chiedendo chiarimenti se l’azienda valuta l’impianto in cui vorrebbe bruciare il pulper delle cartiere (quindi rifiuti conto terzi che pagherebbero il provvedimento per circa 12 milioni di euro anno)”.

“E’ ovvio che dopo l’infortunio (come si fa ad estendere la formula della efficienza energetica alla combustione dei rifiuti industriali) l‘azienda prende al volo il suggerimento della Regione di autoproclamare l’impianto non quale inceneritore ma come coincenerito per permettere a Kme di superarare lo scacco matto dei fattori escludenti impianti del genere in quanto ricadenti in aree tutelate paesaggisticamente. Ovviamente quello di Kme non è coincenerimento (definizione che permetterebbe di baipassare il vincolo escludente) ma incenerimento dei più evidenti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.