Baccelli: “Sentenza sulla gara tpl apre nuova fase in Toscana”

Il consigliere regionale del Pd: "Il pronunciamento conferma il buon lavoro fatto"

Una sentenza che “apre una fase nuova” in Toscana. Parole del consigliere regionale del Pd, Stefano Baccelli e presidente della commissione ambiente e territorio, in merito alla sentenza sulla gara tpl.

“Con la sentenza del Consiglio di Stato sull’assegnazione del trasporto pubblico locale si avvia con certezza una nuova fase per la mobilità della nostra regione. Una fase all’insegna del rinnovamento del parco mezzi e dell’efficientamento del servizio in tutto il territorio regionale già avviati negli ultimi due anni grazie al buon lavoro portato avanti dai gestori locali, e della garanzia occupazionale per gli oltre cinquemila addetti del settore. La sentenza mette la Regione in condizione di stipulare un contratto definitivo con Autolinee Toscane e sancisce una buona condotta dell’ente”.

“Sarà nostro obiettivo – aggiunge – migliorare il trasporto pubblico rendendo la vita dei passeggeri, pendolari o occasionali, più semplice e più comoda: con il gestore unico arriveranno 2100 autobus nuovi, ecologici, che andranno ad aggiungersi ai 400 rinnovati negli ultimi anni con la firma del contratto ponte, messo in piedi dalla Regione in attesa della soluzione definitiva sul nuovo gestore. Inoltre, saranno installate paline intelligenti, ci sarà la possibilità di pianificare il viaggio con delle app o dal web e sono previsti anche mezzi per il trasporto delle bici. Il gestore unico permetterà ai cittadini e agli enti locali di avere una garanzia su qualità e capillarità del trasporto; peculiarità dalle quali dipende l’accessibilità dei territori, anche quelli più marginali, e la spinta verso l’abbandono del mezzo privato con l’obiettivo di incoraggiare una mobilità sempre più sostenibile”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.