I sindacati: “Supermercati, fermatevi per Pasquetta”

Le sigle: "Abbiamo registrato una inversione di tendenza delle attività che dopo la riduzione d'orario tornano sui loro passi"

I supermercati restino chiusi per Pasquetta. Lo chiedono Sabina Bigazzi per la Filcams Cgil, Giovanni Bernicchi della Fisascat Cisl e Roberto Pacini di Uiltucs.

“Nelle scorse settimane abbiamo inviato numerose richieste di intervento sugli orari di apertura dei supermercati, ma anche sul controllo dei flussi e dei dpi. Alcuni Comuni – scrivono i sindacalisti – sono intervenuti positivamente, a nostro avviso, in particolare con controlli, e/o con l’imposizione ai cittadini dei dpi, non a caso l’uso della mascherina è diventato obbligatorio per tutta la Regione“.

“Le aziende della grande distribuzione alimentare hanno ridotto gli orari e/o i giorni di apertura, in modo diverso fra di loro. Dobbiamo però purtroppo registrare un ripensamento da parte delle imprese nel momento forse più delicato della tenuta delle misure di prevenzione messe in atto dal Governo. Ripensamenti che non troviamo giustificabili dato il fatto che per ora le limitazioni al movimento delle persone sono confermate”.

“Ma ancora più grave – sostengono le sigle – è la scelta di alcune aziende presenti sul territorio di aprire i supermercati il giorno di Pasquetta. Il tentativo è evidentemente quello di essere attrattivi per le persone, quando ancora, ed a ragione, ai cittadini si chiede con più o meno decisione di fare acquisti per più giorni (molti Comuni hanno imposto controlli rigorosi in tal senso). L’apertura di Pasquetta è un palese invito ad uscire quando non sarebbe affatto necessario, ed è in profonda contraddizione con tutti gli sforzi fatti fino ad ora”.

Si rischia di perdere una importante occasione – affermano – per poter dare un significativo sollievo a chi lavora nei supermercati, ma soprattutto per non consentire uscite se non per reali urgenze. Vi chiediamo perciò di disporre la chiusura di tutti i supermercati per lunedì 13 aprile, come avvenuto già in altri territori. Certi che vorrete accogliere la nostra richiesta, restiamo in attesa di riscontro ed inviamo distinti saluti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.