Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 86
Menu
RSS

Volontariato, dal 2002 investiti in Toscana 20 milioni nei progetti delle associazioni

Dal 2002 in Toscana sono stati finanziati 753 progetti per un totale di oltre 20 milioni di euro. E’ il bilancio di 10 anni del bando Percorsi d’innovazione dedicato alle associazioni di volontariato del territorio regionale, finanziato dalle fondazioni bancarie della Toscana e promosso da Cesvot in collaborazione con Coge Toscana, Forum toscano del terzo settore, Consulta regionale del Volontariato e Consulta regionale fondazioni bancarie della Toscana. Il libro Insieme si può. Volontariato e fondazioni bancarie, un’alleanza possibile a cura di Elena Elia, è stato presentato oggi, al Convitto della Calza di Firenze, dal presidente di Cesvot Federico Gelli alla presenza, fra gli altri,  del presidente di Acri Giuseppe Guzzetti e del giornalista Rai Gerardo Greco.
La presentazione è stata anche l’occasione per premiare e festeggiare con merenda e musica i 71 progetti vincitori dell’ultima edizione.

Leggi tutto...

Bando Cesvot sul volontariato, finanziate dieci progetti di associazioni della provincia di Lucca

Sono 10 le associazioni di Lucca e provincia vincitrici del bando Percorsi di Innovazione, promosso da Cesvot, Coge Toscana e Consulta regionale delle fondazioni bancarie della Toscana per sostenere i migliori progetti del volontariato toscano in ambito sociale, culturale, ambientale e sanitario. I 10 progetti selezionati riceveranno un finanziamento complessivo di oltre 195 mila euro.
Tanti gli interventi previsti. L’associazione e centro studi Lu.Ce., con Aima e Avo Lucca e il sostegno di Anffas, realizzerà uno sportello di ascolto per famiglie di bambini con disturbi dell’apprendimento e una serie di percorsi di psicoeducativi per dfamiglie e ragazzi con disabilità psichica. In un ambito simile interverrà anche la Fasm – Famiglie associate per la salute mentale che con il progetto Emozioni Artistiche cercherà con l’arte, la bioginnastica e la creatività di aiutare le persone con disagio psichico nell’espressione di sé e delle proprie emozioni. Un progetto che vede il coinvolgimento di numerose associazioni, parrocchie ed enti locali di Lucca e provincia.
Ai giovani e all’integrazione interculturale è, invece, dedicato il progetto Memo - Memoria e migrazione oltreconfine dell’associazione Amani Nyayo. Le attività si rivolgeranno in particolare agli alunni delle scuole medie inferiori e superiori.

Leggi tutto...

Assistenza familiare, scadono le iscrizoni al corso per operatori

Scadono lunedì (16 giugno) le iscrizioni al corso di formazione obbligatoria per operare nell'ambito dell'assistenza familiare organizzato dall’agenzia formativa Per-Corso e riconosciuto dalla Provincia di Lucca, che permette l'iscrizione all'albo comunale che si svolgerà nei prossimi mesi. 15 allievi potranno formarsi per 220 ore, di cui 80 di stage, se hanno compiuto il 18mo anno di età e adempiuto al diritto dovere all’istruzione. Il corso si svolgerà nella sede di Lucca dell'agenzia formativa Per-Corso e rilascerà un attestato di frequenza dopo il superamento di un esame finale, con il quale sarà possibile iscriversi negli appositi elenchi per assistente familiare. L'obiettivo è dare agli allievi la preparazione specifica per svolgere attività di sostegno e assistenza alla vita quotidiana ad anziani e disabili presso il loro domicilio.

Leggi tutto...

Giornata Mondiale del Donatore di Sangue, l'impegno della comunità senegalese di Firenze

Domani, in occasione della giornata mondiale del donatore di sangue, i donatori Avis della comunità senegalese si recheranno al centro trasfusionale dell’ospedale fiorentino di Careggi a donare. I rapporti tra Avis e il Senegal sono ormai consolidati da tempo e si sono intensificati in occasione della tragedia di piazza Dalmazia, la strage di Firenze del 13 dicembre 2011, durante la quale due senegalesi, Samb Modou e Diop Mor, morirono e altri due furono feriti, molto gravemente. In ricordo delle vittime, la comunità senegalese ha continuato a dare il proprio contributo andando a donare negli ospedali della nostra Regione. Nel tempo, un  protocollo d’intesa tra Avis Toscana e l’Associazione dei donatori di sangue del Senegal,  ha avviato una vasta collaborazione e scambio, di conoscenze e prassi, tra le due realtà di volontariato.

Leggi tutto...

Patriarca (Cnv): "Riforma del terzo settore, una svolta epocale"

Patriarca Renzi e Bonacina al Festival del volontariato di Lucca"Il lavoro di analisi sulla riforma del terzo settore fin qui svolto è straordinario. Si tratta di un'operazione di portata storica per il nostro mondo". E' questo il commento di Edoardo Patriarca, presidente del Centro nazionale per il volontariato, alla vigilia dell'appuntamento #Lavoltabuona. La riforma del Terzo Settore: partecipare per cambiare (Roma Eventi, Piazza della Pilotta 4, giovedì 12 giugno) organizzato dal Forum del terzo settore, che in quell'occasione presenterà il documento di risposta alle linee guida di riforma presentate dal premier Matteo Renzi. "Ricordo che il percorso ha preso il via proprio a Lucca in occasione del Festival del volontariato, il dodici aprile scorso - prosegue Patriarca - Comprendere a fondo questa riforma è fondamentale, sia per partecipare al meglio al percorso di consultazione che si sta chiudendo in questi giorni, sia per farci trovare pronti di fronte alle novità che verranno introdotte e che abbiamo contribuito a costruire. Il documento del Forum del terzo settore, cui hanno collaborato le principali realtà nazionali, in quest'ottica è quindi utile e prezioso. Un approfondimento che conferma la capacità del Forum di unire e raccordare. Un'operazione che vede in prima linea anche il Cnv e la Fondazione volontariato e partecipazione, che proprio in questi giorni ha redatto e diffuso il documento Capire la riforma del terzo settore per fornire al nostro mondo ulteriori strumenti di partecipazione".
Il dossier elaborato dalla Fondazione volontariato e partecipazione (scaricabile su volontariatoepartecipazione.eu) rappresentare infatti una guida di facile comprensione alla lettura delle linee guida e delle principali novità della riforma, nonché fornire strumenti per partecipare più consapevolmente al dibattito in corso. Il tutto in attesa che il consiglio dei ministri licenzi la legge delega, che secondo quanto anticipato da Renzi dovrebbe arrivare sul loro tavolo il prossimo 27 giugno.

Il voucher universale
"Il voucher universale inciderà positivamente sul nostro sistema di welfare andando incontro ai bisogni delle famiglie e delle persone non autosufficienti". Il presidente del Centro nazionale per il volontariato Edoardo Patriarca accoglie quindi con favore la proposta di legge che prevede anche in Italia l'istituzione del voucher per i servizi alla persona. Patriarca è uno dei primi firmatari della proposta, già sottoscritta da circa sessanta parlamentari. E ritiene si tratti di "una scelta strategica e importante, capace di sostenere al meglio i servizi alle famiglie. Penso soprattutto ai bambini, agli anziani non autosufficienti, alle persone disabili". Tra l'altro il voucher è già stato sperimentato in Francia, Regno Unito e Belgio. "Avremmo così a disposizione uno strumento in più, un nuovo percorso di sviluppo che trova il favore della Commissione europea e che è presente anche nelle linee guida della nuova riforma del terzo settore presentata da Matteo Renzi e che abbiamo contribuito a costruire. Insomma, ci troviamo di fronte a un provvedimento utile e coerente con la riforma".
Le linee guida prevedono infatti l'introduzione di incentivi per la libera scelta dell’utente a favore delle imprese sociali mediante deduzioni o detrazioni fiscali (oppure mediante voucher). Nel testo diffuso dal premier e attualmente oggetto di analisi da parte del mondo del volontariato, si legge inoltre che per dare stabilità alle organizzazione di terzo settore e ampliare le forme di sostegno economico è prevista la disciplina sperimentale del "voucher universale per i servizi alla persona e alla famiglia", come strumento di infrastrutturazione del secondo welfare".

 

Leggi tutto...

Agricoltura sociale: Enel Cuore promuove progetti di orticoltura sostenibile

Rimarrà aperta fino al 7 luglio 2014 la call for proposal di Enel Cuore "Orti urbani, agricoltura sociale e comunità del cibo come strumento per la creazione di società sostenibili ed inclusive" realizzata in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Agrarie dell'Università di Bologna Alma Mater Studiorum. Con questo bando Enel Cuore invita le associazioni, organizzazioni non governative, cooperative e imprese sociali del territorio lucchese a presentare una proposta progettuale che metta al centro la promozione dell'orticoltura comunitaria rispondendo ai bisogni in termini di sicurezza alimentare, sostenibilità ambientale ed inclusione sociale: nello specifico, Enel Cuore darà priorità alle iniziative che creano servizi in ambito urbano e rurale per il miglioramento della sicurezza alimentare, della biodiversità e per il miglior uso delle risorse naturali; per la creazione di comunità in contesti disagiati e per l'inclusione sociale; per l'uso dell'orticoltura a fini terapeutici e riabilitativi, oltre che didattici, ricreativi e occupazionali.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter