Menu
RSS

Social per malati di tumore: da Lucca l'idea in crowdfunding

appC’è anche un po’ di Lucca nella campagna di crowdfunding Msd CrowdCaring sulla piattaforma Eppela. Uno dei progetti nell’ambito dei percorsi di cura e miglioramento della qualità della vita dei pazienti, infatti, porta la firma della lucchese Fernanda Ricci: 43 anni, biologa, con un dottorato in biofisica molecolare e più di 15 anni di esperienza nella ricerca medica presenta alla raccolta di finanziamenti sulla rete WaWord App.
Si tratta di una app social che mette in rete i pazienti oncologici, in cura, cronici o guariti per facilitare la condivisione e lo scambio di esperienze nell’ambito del percorso di cura. Una community, basata sul principio dell’empatia, che ha come obiettivo principale ridurre il senso di solitudine degli ammalati.

 

Leggi tutto...

Museo della follia, crowdfunding per ospedale Stella Maris

Schermata 03 2458548 alle 08.46.51Una piscina riabilitativa alla Fondazione Stella Maris grazie al via alla campagna di crowdfunding con Eppela partita con l’apertura della mostra itinerante curata da Vittorio Sgarbi Il Museo della Follia. Il sostegno alla campagna permetterà di devolvere parte del ricavato alla Fondazione Stella Maris per realizzare la piscina riabilitativa del nuovo ospedale dei bambini a Cisanello. La piscina sarà dotata di due vasche per una superficie complessiva di circa 80 metri quadrati, dotata di tutti i supporti necessari non solo per la riabilitazione dei bambini e degli adolescenti della Stella Maris ma per la ricerca scientifica in questo campo.


Leggi tutto...

Suonare ad Auschwitz, un progetto del liceo Passaglia

IV MNon ci sono frontiere nella musica. Per farsi portare via dalle note basta ascoltare. Chiunque può farlo: è sufficiente un po' di attenzione. Predisporsi, insomma, ad accogliere un’emozione, una qualunque. È nella possibilità di questa connessione che abita il mistero e il fascino del linguaggio universale della musica. Un fil rouge che può unire anche al di là del tempo, per portare nuovi significati laddove il senso di ogni umanità è stato perso. Come Auschwitz. È lì che la IV M del liceo musicale Passaglia andrà, tra un mese esatto (1 aprile), accompagnata dall’insegnante di inglese, Lucia Marcacci, e da quella d’italiano, Morena Moncini. E di fronte al campo di sterminio, nel cortile esterno, i ragazzi suoneranno. Inediti composti da loro e brani strumentali di tradizione: ma non sono del tutto sicuri di riuscirci. Temono un po’ che l’impatto emotivo sia troppo forte per garantire loro la concentrazione che eseguire musica richiede.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter