Menu
RSS

Suonare ad Auschwitz, un progetto del liceo Passaglia

IV MNon ci sono frontiere nella musica. Per farsi portare via dalle note basta ascoltare. Chiunque può farlo: è sufficiente un po' di attenzione. Predisporsi, insomma, ad accogliere un’emozione, una qualunque. È nella possibilità di questa connessione che abita il mistero e il fascino del linguaggio universale della musica. Un fil rouge che può unire anche al di là del tempo, per portare nuovi significati laddove il senso di ogni umanità è stato perso. Come Auschwitz. È lì che la IV M del liceo musicale Passaglia andrà, tra un mese esatto (1 aprile), accompagnata dall’insegnante di inglese, Lucia Marcacci, e da quella d’italiano, Morena Moncini. E di fronte al campo di sterminio, nel cortile esterno, i ragazzi suoneranno. Inediti composti da loro e brani strumentali di tradizione: ma non sono del tutto sicuri di riuscirci. Temono un po’ che l’impatto emotivo sia troppo forte per garantire loro la concentrazione che eseguire musica richiede.

Leggi tutto...

Museo Follia-Eppela, un euro a biglietto per la Stella Maris

piscinariab2Quando cultura e solidarietà vanno a braccetto. Grazie a Eppela e al progetto del Museo della Follia, che ha aperto le porte a Lucca da mercoledì (27 febbraio), infatti, sarà anche possibile sostenere il progetto della piscina di riabilitazione del nuovo ospedale per bambini affetti da patologie del sistema nervoso e della mente voluto dalla Fondazione Stella Maris e che sorgerà vicino al parco urbano di Pisa e a Cisanello.

Leggi tutto...

Tutto pronto alla Cavallerizza per il 'Museo della follia'

grigliaTutto pronto per il taglio del nastro dell'installazione alla Cavalerizza Ducale che non mancherà di attirare il pubblico delle grandi occasioni. Apre mercoledì (27 febbraio) negli spazi appena restaurati della Cavallerizza, il Museo della Follia, luogo dove la creatività esce da ogni regola.
La mostra itinerante – a cura di Vittorio Sgarbi, realizzata da Cesare Inzerillo, Sara Pallavicini, Giovanni Lettini e Stefano Morelli – si snoda in un percorso eterogeneo di oltre 200 opere tra dipinti, fotografie, sculture, oggetti e installazioni multimediali sul tema della follia.
"Entrate, ma non cercate un percorso, l’unica via è lo smarrimento". È questa la condizione ideale per affrontare l’intimo rapporto tra arte e follia che si snoda nel labirinto sensoriale del museo.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

assicurazione auto quixa

Una nuova assicurazione auto e moto a un ottimo prezzo e un consulente personale pronto ad aiutarti.
Fai un preventivo Quixa.

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Newsletter