A Pescaglia la magia dei presepi

In questi giorni di Natale quanti visitano Pescaglia, e sono appassionati del presepe, ne possono apprezzare numerosi, lungo la via di Fornastro, fino al Santuario delle Solca, allestiti all’interno di antiche marginette, nei giardini e in angoli particolari del paese. Un paese interamente trasformato in una nuova Betlemme. Gli Amici del presepe di Pescaglia ripropongono con i loro presepi, le scene della vita di Gesù dall’infanzia alla fuga in Egitto. Come ogni anno l’associazione dedica l’itinerario ad un testimone credibile del Vangelo, quest’anno Santa Zita, nata 800 anni fa a Monsagrati di Pescaglia.

In una scena è stato rappresentato il prodigio della notte di Natale quando Zita dona il mantello ad un povero infreddolito, che incontrò nella Basilica di San Frediano; all’indomani in Casa Fatinelli, dove lei era domestica, si presentò un bellissimo giovane, che restituito il prezioso mantello scomparve, lasciando dietro di se una scia di luce. Martedì (26 dicembre), nella chiesa parrocchiale, alle 17 ci sarà anche il concerto di Natale. Canti e musica di Anastasia Giusti e Daniele Ranieri. Ingresso libero e al termine saranno offerti assaggi di prodotti tipici e bevande calde.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.