Menu
RSS

Basket C nazionale: Bama travolto nel finale dal Fucecchio. E' il secondo ko di fila

  • Pubblicato in Sport

Folgore Fucecchio - Bama Altopascio 70-57 (15-22; 36-29; 50-42; 70-57)
FUCECCHIO: Falchi 14, Bulleri, Stolfi 11, Cei 10, Tessitori 14, Strozzalupi 19, Caciolli 2, Galligani, Camiciottoli, Gazzarrini. All. Mazzucca
BAMA: Fiorindi 13, Del Carlo 4, Giannecchini 2, Petrucci 11, Benini 17, Ragli 4, Calderaro 4, Vincenzini, Rivi, Siena 2. All Tonfoni
ARBITRI: Biancalana e Chiarug
Un Bama ottimo per 8 minuti e opaco per il resto della gara cede sul campo di Fucecchio con un distacco, a dire il vero, assolutamente non veritiero. E' bastato che Fucecchio passasse nel secondo quarto ad una zona appiccicosa, attaccata con abuso di palleggi fini a se stessi senza ribaltare lato  e attaccare il canestro, che si é spenta la luce in casa rosablu. A ciò va aggiunta una difesa inspiegabile su Strozzalupi, passando dietro ai blocchi o concedendo spazio, troppo spazio, a quella che é farina del suo sacco: il piazzato da lontano. E' proprio questo fattore , unito alle percentuali altropascesi nettamente deficitarie, che ha permesso ai padroni di casa di portarsi dal -10 (8-18) a +1 (22-21). Sono stati proprio 12 punti della guardia termale, lasciato libero di prendere la mira, a ridare entusiasmo ai suoi ed a consentire di chiudere sul +7 all'intervallo (36-29). Nella ripresa la Tonfoni Band prova a rientrare ma sbaglia troppo cercando passaggi cervellotici e rinunciando a comodi tiri per "veroniche" senza senso. E qui sono proprio i giovani che devono crescere entrando in campo per mangiare il parquet, magari forzando, senza paura di sbagliare né di esagerare. La formula, con conseguente linea verde altopascese, sembra fatta apposta per chi é giovane ma ha personalità, cosa apparsa latente nel match. Nonostante gli attacchi alla zona siano da inserire nelle "cose da evitare" nel manuale cestistico e nonostante le percentuali offensive da non vedenti il Bama rimane sempre in partita senza dare mai l'impressione di poter dare la spallata decisiva, visto un linguaggio del corpo, sia in campo che in panchina, che non lascia la minima speranza. Oltre tutto la dea bendata aiuta Cei dall'arco con una tripla che prende il ferro , si alza per 5 metri, batte sul tabellone ed entra per il 50-39. Risponde Fiorindi, buono ma poco lucido nel finale, per il 50-42 al terzo fischio. Ultima frazione ed i rosablu smettono di difendere al contrario su Strozzalupi (buono Calderaro su di lui) e gli altri esterni, in più non concedono facili  triangoli offensivi per un esausto (meglio di lui Benini) Tessitori. Basta questo per rientrare a pieno titolo in partita. 59-54 a -3' dal termine con palla in mano ad Altopascio ma c'é l'ennesima rinuncia ad una tripla comoda in favore i una penetrazione condita da scivolata (l'umidità e la condensa si tagliavano a fette) e susseguente tripla di Falchi. Game over, il fallo sistematico dilata il gap in modo esagerato.

Leggi tutto...

Basket, il Bama Altopascio all'esordio contro la corazzata Pescia

  • Pubblicato in Sport

Bama 2014 2015I network specializzati relegano il Bama Altopascio nel lotto delle squadre più deboli nel campionato di serie C Nazionale. Ma la squadra si prepara ad un buon esordio alla prima di campionato. “Probabilmente, anzi sicuramente - commenta il presidente altopascese Sergio Guidi - è così. Noi riteniamo che in questo momento storico, dove ogni anno decine di società spariscono, allestire un team di vertice, con l’alta probabilità di  affrontare nella seconda fase squadre della Calabria, Sicilia, Puglia, Campania e Basilicata sarebbe un salasso economico. Con l’assenza di retrocessioni abbiamo optato per un campionato di transizione, cercando di far maturare un gruppo di giovani in ottica futuro. Se poi verranno i risultati ancora meglio”.

Leggi tutto...

Basket Dnc, successo nella seconda uscita per il Bama contro San Miniato

  • Pubblicato in Sport

Finisce 86-78 per il Bama Altopascio la seconda uscita stagionale, dopo Monsummano Terme, contro l'Etrusca San Miniato, franchigia che disputerà lo stesso campionato dei rosablu. Match che si é svolto nell'angusta palestra comunlale, non più a norma per incontri senior ufficiali, in una sorta di amarcord delle imprese altopascesi passate. Una buona gara per i ragazzi di Tonfoni apparsi, al di là della caratura dell'avversario, più organizzati sia in attacco che in difesa rispetto al debutto in terra termale. Assenti Susini nelle file di San Miniato e capitan Del Carlo (contrattura alla coscia)  tra quelle di Altopascio. E' stata una gara fatta di continui strappi con i rosablu che si portano sul 14-9 al 7' per poi subire un parziale di 10 a 1  che porta il tabellone sul 15-24 per gli ospiti tra il primo quarto (14-11) ed il 13'. Qui è il Bama a giocare bene, con Petrucci e Benini in evidenza, per un contro break di quelli pesanti (31-16) che sancisce il 46-40 all'intervallo. Ripresa e la Tonfoni Band allunga ancora fino al 74-60 del terzo fischio dopo aver toccato più volte il +16. Ultima frazione e gli ospiti grazie alle scorribande di Zita e le triple di Meucci ricuciono qualcosa per chiudere a -8. Test soddisfacente sia per Tonfoni che Barsotti con menzione per il buon apporto alla propria squadra dei giovani rosablu.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter