Menu
RSS

Vorno, niente Porta Elisa. È incognita campo

  • Pubblicato in Sport

cardellaAspettiamo e vediamo. Dovrà essere sciolto in giornata il dilemma di dove verrà giocata la gara del campionato d’Eccellenza, Vorno-Grosseto. La società lucchese per facilitare le esigenze, in questo caso le esigenze che arrivano dalla Maremma sul flusso di tifosi maremmani pronti a recarsi in lucchesia, aveva optato per giocare il confronto al Porta Elisa di Lucca. Incasso e ordine pubblico sarebbero stati garantiti. Qualche rimostranza era arrivata dalla Questura di Grosseto per un precedente di incidenti avvenuti nella città delle mura tra sostenitori rossoneri e quelli grossetani. Il Vorno, inoltre, attendeva dalla Lucchese il via libera per la concessione del Porta Elisa da parte della Lucchese, ma la società ha inviato in risposta un fax in bianco. A questo punto le autorità di pubblica sicurezza di Lucca non si sono presi la briga di permettere lo svolgimento nell’impianto più capiente della città.

Leggi tutto...

Il Vorno affronta il Grosseto al Porta Elisa

  • Pubblicato in Sport

IMG 4224Partita di cartello quella di domenica prossima (13 gennaio) per il Vorno che affronterà la capolista Grosseto per il girone A di Eccellenza. Il derby sarà disputato allo stadio Porta Elisa di Lucca. Lo ha annunciato con soddisfazione il sindaco di Capannori, Luca Menesini, invitando a fare il tifo per la squadra capannorese: "Partita importante, se la vedranno con una squadra di una città capoluogo: sosteniamo i nostri ragazzi", ha scritto il primo cittadino su Facebook.

Leggi tutto...

Droga da Lucca a Grosseto: sei in manette

  • Pubblicato in Cronaca

carabinieri hashish IDroga partita dalla Provincia di Lucca finiva sul mercato grossetano dello spaccio. È di sei misure cautelari (cinque arresti in carcere e uno ai domiciliari) il bilancio di un'operazione nei boschi della Maremma portata a termine ieri dai carabinieri e coordinata dalla procura di Grosseto. In carcere, su disposizione del gip del tribunale di Grosseto, sono finiti in cinque, di origine marocchina, di età compresa tra 30 e 38 anni, mentre gli arresti domiciliari sono stati disposti per un italiano di 38 anni. Sono in tutto 31 le persone indagate.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Contatti

Per contattarci

mailicona email redazione@luccaindiretta.it

telefonoicona telefono 346.6194740

Per la tua pubblicità

mailicona email commerciale@luccaindiretta.it

Libri

Giornalismi

Diritto per tutti

Newsletter

748