Quantcast

Honda illude il Giappone, Drogba cambia pelle alla Costa d’Avorio che rimonta e vince

Costa d’Avorio – Giappone 2-1
COSTA D’AVORIO: Boubacar, Aurier, Zokora, Bamba, Boka (30’st Djakpa), Tiote, Die (17’st Drogba), Kalou, Y.Tourè, Gervinho, Bony (33’st Ya Konan). All.: Lamouchi
GIAPPONE: Kawashima, Uchida, Yoshida, Morishege, Nagatomo, Yamaguchi, Hasebe (9’st Endo), Okazaki, Honda, Kagawa (41’st KakitanI), Osako (23’st Okubo). Allenatore: Zaccheroni
ARBITRO: Osses (Cile)
RETI: 16’pt Honda, 19’st Bony, 21’st Gervinho
NOTE: Ammoniti Yoshida al 23′ pt, Bamba al 9’st, Zokora al 13’st, Morishege al 19’st

Nella notte italiana si sveglia l’Africa. Dopo il ko all’esordio del Camerun è la Costa D’Avorio a ricordare che il continente c’è e può dire la sua in questo mondiale. Anche se contro il Giappone la squadra di Sabri Lamouchi, già nazionale francese, deve attendere l’ingresso di Drogba per cambiare passo e ribaltare il gol iniziale del milanista Honda, che fulmina Boubacar. Giappone che sembre controllare la gara e sembra anche di essere in grado di mettere in sicurezza il risultato. Ma la Costa D’Avorio nella ripresa appare trasformata e dopo l’ingresso di Drogba in due minuti con un uno-due micidiale ribalta il risultato e raggiunge in vetta la Colombia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.