Due ori per Stefano Gori ai tricolori paralimpici

Si sono svolti agli impianti del centro sportivo Raul Guidobaldi di Rieti, nelle giornate di sabato e domenica, i campionati taliani paralimpici assoluti di atletica leggera.
34 società partecipanti e un totale di oltre 150 atleti si sono sfidati in questo importante evento; era presente anche l’atleta lucchese Stefano Gori, che ha partecipato alle gare di velocità. Sabato mattina le gare sui 100 metri, Stefano Gori per la categoria T11 con l’atleta-guida Francesco Niccoli. Giornata calda già dal mattino, con temperature che raggiungono i 37 gradi nell’orario delle finali. Stefano Gori conclude magistralmente la sua gara e vince il titolo tricolore, riconfermandosi campione d’Italia sui 100 metri T11.

Nel tardo pomeriggio del sabato Stefano Gori partecipa ai 400 metri. Un’altra medaglia d’oro paralimpica per lui, che vince la finale del Campionato. Vittoria sofferta, ma che premia una stagione lunga e travagliata, dopo l’infortunio di aprile che lo ha costretto a mancare alcuni eventi importanti.
I ringraziamenti sono per la guida Francesco Niccoli, che è anche il preparatore atletico, il dottore del reparto di medicina di Lucca, Carlo Giammattei, il dottor Luchinelli, ecografo, allo studio terapeutico Oasi di Diecimo e le dottoresse Alessandra, Lucia, Francesca e Renata; hanno tutti aiutato Stefano a recuperare dall’infortunio in brevissimo tempo e prepararlo al meglio per questo campionato italiano.
Tutte le gare sui 200 metri si sono svolte domenica mattina; ottime le prestazioni per i due atleti della società pisana, anche se i risultati non lo confermano. Più sfortunato Stefano Gori, che dopo una partenza non fulminea ha saputo recuperare i suoi avversari, per tagliare il traguardo in prima posizione. In attesa di scoprire il tempo impiegato, all’ufficialità del risultato, ecco la doccia fredda: squalificato. Increduli, Stefano e la guida Francesco chiedono chiarimenti ai giudici, ma loro confermano la squalifica per invasione di corsia. Sportivamente accettano la decisione dei giudici, anche se la lunga esperienza sui campi di atletica della coppia pisana fa pensare che fosse difficile incappare in questo errore.
Il bottino finale di questa spedizione è quindi un po’ più misero di quello desiderato e meritato: due ori per Stefano Gori; sommati ai precedenti, diventano per lui 64 titoli italiani assoluti in tutti questi anni di gare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.